Archivio tag per 'thunderbird'

Ott
04

Come cambiare l’ordine di visualizzazione degli account in Mozilla Thunderbird

Utilizzo ormai Mozilla Thunderbird da parecchio tempo e ci gestisco 6 account di posta ordinati, fina dalla prima configurazione, secondo la priorità degli stessi. Questa sera, però, ho avuto la necessità di aggiungerne un 7° che dovesse collocarsi al 2° posto come priorità. Ho cercato qualche modo per fare ciò, ma non sono riuscito a trovarlo, poichè Thunderbird consente di porre in cima alla lista solo l’account predefinito, dopodichè visualizza gli altri account nell’ordine in cui sono stati. Allora ho messo mano al famoso file prefs.js, sicuro che lì avrei trovato la soluzione e così è stato!

Tale file su Windows generalmente potete trovarlo in:

C:\Documents and Settings\vostro_nome_utente\Dati applicazioni\Thunderbird\Profiles

su Mac in:

/Users/vostro_nome_utente/Library/Thunderbird/Profiles/

e sui sistemi *unix in:

/home/vostro_nome_utente/.Thunderbird/Profiles/

Nella cartella Profiles, troverete un’altra cartella con un nome strano del tipo xyzxyz123.default: essa contiene tutta la vostra posta elettronica e le configurazioni dei vari account. Prima di mettervi all’opera, accertatevi che ThunderBird sia CHISO. Ora cercate all’interno della cartella il file prefs.js, effettuatene una copia di backup, apritelo con un editor di testo (ad esempio il Blocco Note su Windows, TextEdit su Mac e così via) e trovate la seguente riga:

user_pref(“mail.accountmanager.accounts”, “account1,account3,account4,account5,account6,account7,account2,account8“);

La parte in neretto è quella da modificare (e, ovviamente, non è affatto detto che sia uguale alla mia), dove, account1 è il primo account che avete configurato, account2 il secondo e così via. Vi basterà cambiare l’ordine ed il gioco è fato. Tenete comunque presente che presente che l’account predefinito ha la precedenza su tutti.

P.S. ai meno esperti (o ai comodoni!), consiglio di utilizzare FolderPane Tools, una estensione di Thunderbird, che permette di fare la stessa identica cosa, ma da comoda interfaccia grafica!

Fonte di ispirazione: La Fabbrica di Byte

Dic
22

Links della settimana (74)

Come ogni lunedì, ecco una accuratissima selezione di links che pongo alla vostra attenzione:

Windows:

Mac:

Varie:

Ott
15

Come trasferire la posta elettronica gestita da Microsoft Outlook per Windows a Mac

Outlook2MacIn questi giorni, per esigenze di lavoro, ho avuto la necessità di trasferire circa 2.1 GB di posta elettronica gestita con Microsoft Outlook 2003 per Windows a Mac, affinchè potessi importarla con Thunderbird o Mail o Entourage (poi qualcuno mi deve spiegare come sia possibile che, Entourage, pur facendo parte di Microsoft Office 2008 per Mac, non sia in grado di importare i file .pst esportati da Microsoft Outlook 2003!).

Cercando informazioni in rete per realizzare in maniera indolore tale migrazione (che era delicatissima, visto che si trattava della posta di del Rettore dell’Università!), praticamente dappertutto consigliavano Outlook2Mac: uno software shareware che costa 10 dollari che è in grado di trasferire archivi di e-mail, contatti e appuntamenti da Outlook per Windows in archivi compatibili con Mac (sono supportati Mail, Entourage, Address Book, iCal, PowerMail e Mailsmith).

Come utilizzare Outlook2Mac

Lanciando Outlook2Mac, questo cercherà Microsoft Outlook e le rispettive cartelle di Posta in arrivo, Inviata etc etc, dopodichè il software è pronto per l’esportazione*: segliete il percorso dove salvare le email esportate, le cartelle da esportare ed, eventualmente, anche un intervallo di date delle email da salvare. E’ possibile anche scartare, nell’esportazione, gli allegati delle email superiori ad una certa dimensione o quelli che hanno una certa estensione (ad esempio gli .exe, che tanto su Mac non funzionerebbero!). In più è possibile anche esportare i Contatti ed il calendario di Outlook.

Dopo aver configurato tutti questi parametri è finalmente possibile dare inizio all’esportazione delle email cliccando su Start. A questo punto non resta che attendere la fine dell’operazione (che nel mio caso è durata parecchie ore), trasferire le cartelle create sul Mac ed importarle sul vostro client di posta preferito.

* ATTENZIONE: Outlook2mac è stato concepito per il solo mercato americano quindi, prima di avviare l’esportazione, è necessario impostare, nel Pannello di Controllo di Windows, alla voce Opzioni internazionali e della lingua, il formato Inglese Americano in maniera tale da avere tutte le email con la data in formato Americano e preservare nell’importazione la data di invio/ricezione.

Lug
07

Links della settimana (50)

Come ogni lunedì, ecco una accuratissima selezione di links che pongo alla vostra attenzione:

Feb
25

Links della settimana (31)

Come ogni lunedì, ecco una accuratissima selezione di links che pongo alla vostra attenzione:

Gen
07

Links della settimana (24)

Primo appuntamento dell’anno per la “rubrica” che, come sempre, pone alla vostra attenzione una nutrita ed accurata selezione di links:




Seguici anche su Facebook

Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dai Social Network.
Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

Hai bisogno di un sito web?

Web&Dintorni