Archivio tag per 'ipod-touch'

Feb
09

Links della settimana (81)

Come ogni lunedì, ecco una accuratissima selezione di links che pongo alla vostra attenzione:

Windows:

Mac/iPhone:

Varie:

Nov
04

Gli 8 motivi per effettuare il Jailbreak (sblocco) dell’iPhone 3G

iPhone-unlockIl jailbreak di un iPhone 2G/3G o di un iPod Touch (da qui in poi iTouch) è quella procedura che svincola il dispositivo dalle restrizioni imposte da Cupertino ed è una procedura piuttosto delicata; si guadagna in libertà, ma si perde la garanzia e, in qualche raro caso, si rischia di rendere inutilizzabile il telefono (brick).

Esiste una buona ragione per cui procedere al Jailbreak nonostante tutto ciò? Io ne ho trovate ben 8!

#1: evitare i controlli Apple

Non so a voi, ma a me infastidisce molto l’idea che Apple possa controllare cosa installo sul mio iPhone/iTouch e che potrebbe addirittura bloccarmi determinate applicazioni. Ecco come liberarsi dal grande fratello Apple.

#2: risolvere bug del sistema operativo

Il sistema operativo dell’iPhone/iTouch non è esente da bugs. Chi effettua il Jailbreak, almeno in alcuni casi, può risolverli (magari con qualche applicazione di terze parti) o, per lo meno, cercare di bypassarli.

#3: sopperire alle mancanze del sistema operativo

E mi riferisco, ad esempio, all’impossibilità di ricevere ed inviare MMS (è possibile grazie ad una applicazione che si chiama SwirlyMMS), di fare video, di effettuare registrazioni vocali, etc. etc.

#4: Cydia e Installer

Ci sono un sacco di programmi aggiuntivi a disposizione di chi effettua il Jailbreak: queste sono applicazioni che solitamente Apple non ha accettato per l’Appstore o perchè non seguono le regole di sviluppo Apple (che in alcuni casi sono quasi ridicole) oppure perchè lo sviluppatore non ha pagato 100$ per vedere redistribuita la sua applicazione. E nella stragrande maggioranza dei casi, le applicazioni sono assolutamente GRATUITE.

#5: sfruttare al massimo l’iPhone

Non so a voi, ma a me infastidice molto l’idea che Apple abbia deciso per me cosa possa si fare con l’iPhone/iTouch e cosa no. Il Jailbreak “apre” il sistema e vi permette, ad esempio, di installare il server ed il client SSH (per potersi connettere, via SSH, DA e A l’iPhone), un Terminale in puro stile UNIX, software aggiuntivi per la gestione della connessione WiFi e così via..

#6: installare applicazioni crackate

Sul fatto che non sia etico farlo siamo d’accordo, sul fatto che sia illegale pure, ma avere almeno la libertà mentale di poter fare quello che mi pare col mio Melafonino, non ha prezzo!!

#7: personalizzare il look dell’iPhone

Siete stufi del classico sfondo nero?! Stufi delle classiche icone?! Ci sono applicazioni, come Summerboard, che permettono di modificare l’aspetto grafico del vostro iPhone/iTouch in modo da renderlo più vicino alle vostre esigenze e ad i vostri gusti.

#8: disattivare il blocco operatore

Per sbloccare l’iPhone è comunque necessario effettuare il Jailbreak.

Come effettuare il Jailbreak

Ammettendo che vi abbia convinto, qui troverete tutte le istruzioni per farlo.

Fonte di ispirazione: Tutto iPhone

Ott
13

Links della settimana (64)

Come ogni lunedì, ecco una accuratissima selezione di links che pongo alla vostra attenzione:

Giu
30

Links della settimana (49)

Come ogni lunedì, ecco una accuratissima selezione di links che pongo alla vostra attenzione:

Dic
31

Links della settimana (23)

E per concludere il 2007, ecco una nutritissima ed accurata selezione di links che pongo alla vostra attenzione:

Nov
19

Links della settimana (17)

Come ogni settimana, ecco una accurata selezione di links che pongo alla vostra attenzione:

Ott
29

Links della settimana (14)

Come ogni settimana, ecco una accurata selezione di links che pongo alla vostra attenzione:

Set
20

Apple affida la fase di testing agli utenti finali?!

AppleNe parlavo ieri all’università con un amico: Apple in quest’ultimo periodo, almeno secondo il mio modesto parere, si stato concentrando molto (troppo, direi) a mettere sul mercato prodotti innovativi e poco sulla qualità di quest’ultimi.

Ecco a cosa mi riferisco:

  • prima la notizia di problemi allo schermo dell’iPod Touch
  • poi quella dei problemi per lo schermo degli iPod Nano 3G che sembra sia stato montato inclinato, ovvero non in linea con il case
  • poi l’iPod Touch con crisi d’identità
  • poi la le tecniche di hashing per non permettere l’utilizzo dei nuovi iPod altre applicazioni che non siano iTunes escludendo di fatto Linux & simili (poi, che abbiano già trovato la soluzione, è un altro discorso!)
  • poi la bella figura che Apple ha rimediato con i suoi clienti che avevano acquistato appena uscito l’iPhone, abbassando il prezzo da 599$ a 399$ e poi restituendo a quest’ultimi sono 100$ e, per giunta, sotto forma di buono acquisto da spendere negli Apple Store.
  • per concludere voglio spendere due parole sul MacBook “base”: costa 1049 euro e non ha il masterizzatore DVD, ma solo un arcaico lettore DVD e masterizzatore CD! Questa io la considero una vera e propria presa per il c*ulo nei confronti degli utenti (ovviamente finalizzata a far aumentare le vendite della versione “di mezzo” che costa 200 euro in più, ma creando l’illusione che un MacBook costi “solo” 1049 euro): provate a leggere i volantini delle varie catene di informatica, io non sono riuscito a trovare un portatile (e dico uno), anche tra quelli economicissimi, che non abbia il masterizzatore DVD (smentitemi se sbaglio), mentre Apple non lo include in un portatile da 1049 euro?!
  • e poi preferisco omettere i problemi che i miei colleghi di università hanno avuto acquistando i MacBook e i MacBook Pro appena usciti..

Come accennavo nella premessa di questo articolo, secondo me, Apple sta limitando allo strettissimo necessario la fase di testing, così da immettere prima della concorrenza i prodotti sul mercato e affidando agli utenti finali questo compito (in pieno stile Microsoft). Non so a voi, ma a me, pur essendo un fan dei prodotti della Mela, questa cosa sta seriamente sulle scatole!

UPDATE DEL 21/09/2007

Ah, stavo quasi dimenticando (fortuna che huarache me l’ha ricordato!) i geniali (!!) schermi glossy (ovvero lucidi) dei MacBook e dei nuovi iMac (nei MacBook Pro, invece, è possibile scegliere tra lo schermo glossy e il classico schermo opaco), che hanno fatto storcere più di un naso, come evidenziato anche in questo post.

Set
06

Apple presenta i nuovi (e rivoluzionari) iPod

Chi si aspettava grandi novità dal Keynote di Londra di ieri, non sarà rimasto sicuramente deluso:

  • la novità più ghiotta presentata da Steve Jobs è data dall’attesissimo ibrido fra iPod e iPhone: l’iPod Touch. Fornito di un display touch-screen da 3,5 pollici e dell’interfaccia multi-touch, ha uno spessore di soli 8 millimetri ed integra un’antenna WiFi 802.11b/g che gli permette di connettersi ad una WLAN e di navigare su Internet attraverso una versione embedded di Safari. L’autonomia dichiarata è di 22 ore in riproduzione audio e 5 ore in quella video. Due i tagli: 8 GB (299 €) e 16 GB (399 €).
  • Poi c’è il nuovo iPod Nano: piccolo, sottile e con lo schermo è più grande rispetto alla versione precedente. Il materiale usato è il metallo e permette di riprodurre anche i video in risoluzione di 320 x 240 pixel. La batteria permette un’autonomia di 24 ore per la riproduzione audio e 5 ore per quella video. Due i tagli disponibili: 4 GB (149 €) e 8 GB (199 €).
  • Dulcis in fundo c’è l’iPod Video che è stato ribattezzato iPod Classic ora più sottile e con copertura in metallo. L’autonomia è di 30 ore in riproduzione audio e 6 ore in quella video per il modello da 80 GB e 40 ore di riproduzione audio e 7 di video per quello da 160 GB. Due i tagli disponibili: 80 GB (249 €) e 160 GB (349 €).
  • Una ultimissima novità è rappresentata dai nuovi colori per l’iPod Shuffle ovvero: il grigio, l’azzurro, il verde, il viola e il rosso della linea (PRODUCT) RED (tutte le caratteristiche tecniche ed il prezzo, invece, sono rimasti identici alle versione precedente).

Nuova famiglia iPod

Link per approfondimenti: Melamorsicata

Fonte foto: Melamorsicata




Seguici anche su Facebook

Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dai Social Network.
Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

Hai bisogno di un sito web?

Web&Dintorni