Archivio per novembre, 2006

Nov
30

Installare programmi ne La Fonera usando ipkg

Ho scoperto un interessantissimo sito dove è possibile trovare una raccolta di programmi precompilati ad hoc per essere installati ne La Fonera. I package sono disponibili a questi url:

La procedura da seguire per installare programmi è questa:

  • loggartevi via ssh a La Fonera (per accedere via ssh al router dovete eseguire l’hack descritto in questo articolo e quest’altro)
  • inserite ‘src rogue http://fon.rogue.be/lafonera‘ come repository in /etc/ipkg.conf
  • per aggiornare la lista di programmi disponibili date il comando # ipkg update
  • per visualizzare la lista di pacchetti disponibili date il comando: # ipkg list

Buon divertimento :-)

UPDATE DEL 02/12/2006

Attenzione, sembra che alcuni utenti abbiano avuto problemi installando/disinstallando programmi con ipkg con un conseguente danno al filesystem de La Fonera. Io mi sono cimentato nell’installazione di un programma e fortunatamente non ho avuto alcun problema, però vi consiglio di evitare, almeno fino a quando la situazione non si chiarisce, l’uso di ipkg.

Nov
30

La Fonera: nuovo hack per il firmware 0.7.1r1

Ricordate l’hack che permetteva di accedere via ssh a La Fonera di cui ho parlato qualche post fa?

Se avete provato ad aggiornare all’ultima versione del firmware disponibile sul sito Fon, ovvero 0.7.1.1 (upgrade che vi consiglio di fare, visto che che introduce parecchie novità: l’italianizzazione, la possibilità di fare port forwarding, un’interfaccia più curata e la correzione di qualche baco), avrete notato che la porta ssh risulta di nuovo inaccessibile dall’esterno.

Riprovando di nuovo l’hack proposto nell’articolo precedente, nella speranza che potesse funzionare anche con questa versione del firmware, vi sarete accorti che purtroppo non funziona, ma ho una buona notizia da darvi: c’è un modo di riaprire la porta ssh anche con questa versione del firmware!

Ricordate i file che avevo creato per voi, ovvero step1.html e step2.html? Bhè, dobbiamo dargli una piccola ritoccata: ecco i nuovi file già pronti per il download (clickate sul link e salvate la pagina che vi si apre sul vostro desktop):

file1.html

.. assicuratevi di essere connessi via wireless alla vostra rete Fon privata (se è la prima connessione al router, la chiave WPA è il numero seriale), avviate il browser su questa pagina html, clickate su “SUBMIT”, inserite username e password del router quando richiesti ed aspettate qualche secondo (fino a quando non vi appare l’interfaccia fon del router)

file2.html

.. anche in questo caso avviate il browser su questa pagina html, clickate di nuovo su “SUBMIT” ed aspettate qualche secondo.

Ora potete loggarvi tranquillamente via ssh a La Fonera con il vostro client ssh preferito e rendere la modifica permanente seguendo le istruzioni riportate nel precedente articolo.

Happy hacking :-)

Nov
25

Mappa degli autovelox in Italia

Nei primi 10 mesi del 2006, le multe per eccesso di velocità sono state 827.813: 53.708 in più rispetto allo stesso periodo del 2005, un incremento del 6,93%.

Vi state chiedendo come mai? Semplice, sono aumentati i rilevatori di velocità: più autovelox fissi e mobili, più Tutor. In futuro, se le macchinette che rilevano la velocità aumenteranno, le multe saliranno ancora.

Ricordiamo i limiti attuali:

  • sulle autostrade: 130 chilometri orari, scendono a 110 in caso di precipitazioni atmosferiche
  • sulle strade extraurbane principali: 110 chilometri orari
  • sulle strade extraurbane secondarie e locali: 90 chilometri orari
  • in città il limite è di 50 chilometri orari; 70 in alcuni tratti appositamente segnalati.

Le sanzioni (dall’art. 142 del codice della strada) in sintesi:

  • fino a 10 km/h in più rispetto al limite – sanzione pecuniaria compresa tra 35 e 143 euro;
  • oltre 10 km/h e fino a 40 km/h in più – sanzione pecuniaria compresa tra 143 e 573 euro e decurtazione di due punti sulla patente;
  • oltre 40 km.h. – sanzione pecuniaria tra 357 e 1.433 euro, decurtazione di dieci punti sulla patente e sanzione accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi.
  • Queste sanzioni sono aumentate per i neopatentati e per i conducenti professionali.

Ma come possiamo difenderci legalmente dagli autovelox (fermo restando che vi consiglio di rispettare sempre i limiti di velocità)? Forse in pochissimi lo sanno, ma le mappe di dove verranno posizionati autovelox fissi e mobili e i Tutor sono pubbliche!

Continua la lettura di ‘Mappa degli autovelox in Italia’

Nov
24

Nuovo hack per connettersi via SSH a La Fonera

Circa un mesetto fa, girava in rete un hack per La Fonera, ideato da due ragazzi tedeschi, che, intervenire fisicamente sull’apparato, ma semplicemente facendo un injection sui form del sito Fon, permetteva di eseguire del codice al router (precisamente ad aprire il firewall sulla porta 22 e avviare dropbear, ovvero il server ssh), in modo da ottenere l’accesso remoto e guadagnare il controllo completo sul router, consentendo, ad esempio, di aprire porte TCP o installare qualche programma, cosa impossibile con la configurazione standard.

Dopo poco tempo, però, Fon ha risolto la vulnerabilità e tutti coloro che non hanno scoperto in tempo l’hack (come il sottoscritto) sono rimasti tagliati fuori.

Stamattina, ho provato a cercare di nuovo in rete per vedere se fosse stata scoperta qualche soluzione alternativa ed ho avuto una bellissima sorpresa leggendo il blog di un certo BingoBommel che ha scovato un altro hack, stavolta senza sfruttare il sito Fon, ma eseguendo l’injection direttamente nell’interfaccia de La Fonera.

Nel sito trovate le istruzioni passo passo (in inglese) per eseguire l’hack che, nel mio caso, è riuscito alla perfezione; per chi non fosse pratico con la lingua inglese ricapitolo i passi fondamentali (essa funziona almeno con il firmware attuale ovvero 7.0 r4).

Per prima cosa dobbiamo creare due file html ad hoc, il primo lo chiameremo step1.html e il secondo step2.html. Per convenienza (vostra) ho creato io i due file, basta che clickiate sui due link qui sopra e salviate la pagina.

Continua la lettura di ‘Nuovo hack per connettersi via SSH a La Fonera’

Nov
20

Bevande al benzene (nota sostanza cancerogena)?! No, grazie!

La leggenda narra che, già 15 anni fa, la FDA (la massima autorità Statunitense di salute pubblica) e l’industria delle bevande analcoliche americana, scoprirono che la presenza di acidoascorbico e sodio benzoato fra gli ingredienti delle bibite analcoliche, poteva produrre benzene, una sostanza altamente cancerogena, i cui livelli nell’acqua potabile sono fissati a 10 ppb dalla World Health Organization (organismo mondiale della sanità).

L’allarme, però, è partito solo otto mesi fa di nuovo dagli Stati Uniti ed è arrivato pure in Europa, dove però diverso è stato il modo seguito per gestirlo. Le Agenzie per la sicurezza alimentare inglese, tedesca e irlandese, invece, hanno sottoposto ad analisi decine e decine di campioni e in diversi casi sono giunti a decretare il ritiro dal commercio di alcuni prodotti.

In Italia, invece, di tale notizia non si è saputo quasi niente, quasi nessun telegiornale ne ha parlato e il ministero della Salute, per il momento, si è limitato a prendere per buone le analisi affidate alle aziende interessate. Risultato: tutto sotto controllo, qualche traccia individuata ma comunque al di sotto del limite di benzene fissato dall’Organizzazione mondiale della Sanità che, come detto precedentemente, è di 10 ppb (dieci parti per miliardo ovvero 10 microgrammi ogni litro di bibita).

Il caso tuttavia non è chiuso, tanto che la senatrice dei Verdi Loredana De Petris, sulla base dell’inchiesta del “Salvagente”, ha presentato un’interrogazione parlamentare e alcuni produttori si stanno muovendo per garantire al massimo la tutela del consumatore.

Continua la lettura di ‘Bevande al benzene (nota sostanza cancerogena)?! No, grazie!’

Nov
17

Stanchi dello spam? Ecco una soluzione: DEspam.IT

Chi di voi non si è mai lamentato per lo spam che, ogni volta, gli riempie la casella email?!

Come dici? Non sia cos’è lo spam? Bene, facciamo una piccola prefazione allora!

Vi sarà capitato di ricevere, nella vostra casella e-mail, pubblicità indesiderate dei prodotti più disparati (e spesso anche piuttosto discutibili): bene, questo è lo spam.. ovvero la posta pubblicitaria-spazzatura che appesta Internet. Si stima che ormai oltre la metà dei messaggi in circolazione sia costituita da spam.

Tratto da Wikipedia: “Il principale scopo dello spamming, come abbiamo detto, è la pubblicità, il cui oggetto può andare dalle più comuni offerte commerciali, a proposte di vendita di materiale pornografico, o illegale, come software pirata e farmaci senza prescrizione medica, discutibili progetti finanziari, ed essere veicolo di truffe. Uno spammer, cioè l’individuo autore dei messaggi spam, invia messaggi identici, o con qualche personalizzazione, a migliaia di indirizzi e-mail. Questi indirizzi sono spesso raccolti in maniera automatica dalla rete, ottenuti da database o semplicemente indovinati usando nomi comuni.

Per definizione lo spam viene inviato senza il permesso del destinatario ed è un comportamento ampiamente considerato inaccettabile dagli ISP (Internet Service Provider) e dalla maggior parte degli utenti Internet. Mentre questi ultimi trovano lo spam fastidioso e con contenuti spesso offensivi, gli ISP si oppongono anche per i costi del traffico generato dall’invio indiscriminato.”

Continua la lettura di ‘Stanchi dello spam? Ecco una soluzione: DEspam.IT’

Nov
16

Sciame delle Leonidi

Interessantissima segnalazione del mio amico maury su questo evento che avverà il 18 e il 19 novembre e che ci farà stare con il naso all’insù per vedere tantissime e spettacolari stelle comete!

L’articolo completo è reperibile qui.

Nov
13

Programmi Open Source? Sì grazie, anche su Mac OS X!

In questa serata di febbricitanza mi son detto: “perchè non scrivere un bel post sui programmi open source (o comunque freeware) disponibili per Mac OS X?!”

Faccio prima di tutto una premessa: gli utenti *unix sono abituati ad usare, nei loro sistemi, quasi e solo programmi open source, gli utenti Windows, in genere, quasi e solo programmi commerciali.

Mac OS è una via di mezzo tra i due: è disponibile tantissimo software commerciale per questo sistema operativo e anche tantissimo software open source. Allora perchè non sfruttarlo? Anche perchè è completamente gratuito!

Un utente Mac, se decide di installare software open source, ha due possibilità:

  • compilare tutto dai sorgenti (con il rischio di cadere in un ciclo infinito di dipendenze) magari avvalendosi dei darwinports o affidarsi a Fink (se qualcuno si chiedesse cosa sia e come si usa, può approfondire l’argomento leggendo questo mio post!);
  • usare le tantissime applicazioni open source già compilate per Mac ed installabili con un click!

Io, tutte le volte che posso, scelgo la seconda possibilità per ovvi motivi!Ecco, quindi, una carrellata di programmi open source compilati per Mac (dove non specificato, l’applicazione gira sia su processori PowerPC che Intel) divisi per categorie e con, al fianco, una breve descrizione:

Ufficio e produttività:

  • OpenOffice.org: è una suite per ufficio multipiattaforma e multilingua compatibile con tutte le altre principali suite per ufficio.
  • NeoOffice: è un insieme completo di applicazioni per l’ufficio (inclusi word processor, foglio elettronico, programma per presentazioni e per il disegno). Basato sulla suite di programmi per l’ufficio OpenOffice.org, NeoOffice ha integrate dozzine di caratteristiche native per Mac e può importare, modificare, e scambiare file con altri suite per l’ufficio popolari come Microsoft Office.

Rete:

Continua la lettura di ‘Programmi Open Source? Sì grazie, anche su Mac OS X!’

Nov
12

Anteprima del nuovo album degli U2: U218

Gli U2 hanno comunicato ufficialmente la tracklist relativa alla raccolta di singoli U218 la cui uscita è stata fissata al 20 novembre. La band ha scelto in ordine sparso sedici tra i brani più rappresentativi che vanno dal 1980 al 2004, cui si aggiungono i due inediti prodotti da Rick Rubin The Saints Are Coming, registrato con i Green Day, e Windows In The Skies.

La raccolta si apre con Beautiful Day e include tra le altre, le indimenticabili Pride (In The Name Of Love), With Or Without You e Sunday Bloody Sunday.

Alla raccolta audio si aggiunge un DVD in uscita il giorno precedente, che racchiude i videoclip dei medesimi brani. U218 sarà disponibile anche in edizione limitata con un bonus disc contenente dieci tracce registrate nel corso del concerto tenuto a Milano nel 2005 per il Vertigo Tour. Ecco la tracklist:

  • Beautiful Day
  • I Still Haven’t Found What I’m Looking For
  • Pride (In the Name of Love)
  • With or Without You
  • Vertigo
  • New Year’s Day
  • Mysterious Ways
  • Stuck in a Moment You Can’t Get Out Of
  • Where the Streets Have No Name
  • Sweetest Thing
  • Sunday Bloody Sunday
  • One
  • Desire
  • Walk On
  • Elevation
  • Sometimes You Can’t Make It on Your Own
  • The Saints Are Coming
  • Window in the Skies (Luc)

Sono riuscito ad ascoltare in anteprima il disco e, canzoni storiche a parte, le due traccie nuove mi sono piaciute parecchio: Window in the Skies ha una melodia dolce, avvolgente, sensibile e passionale, The Saints Are Coming è un po’ una via di mezzo tra lo stile dei Green Day e quello degli U2.

Per tutti i curiosi di ascoltare il nuovo album, l’appuntamento è fissato per il 20 novembre :-)

UPDATE DEL 13/11/2006

Ho appena appreso che il 17 novembre sarà possibile acquistare l’album in anteprima mondiale su Deejay Store in versione esclusiva per l’Italia che conterrà, oltre alla track list ufficiale, anche tutte le tracce in formato audio del dvd registrato a San Siro. Inoltre, dal 15 novembre, per 3 giorni, sempre nel Deejay Store ci sarà la possibilità di vedere e ascoltare in streaming gratuitamente i video tratti dal DVD deluxe limited edition del concerto tenuto dagli U2 a San Siro!




Seguici anche su Facebook

Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dai Social Network.
Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

Hai bisogno di un sito web?

Web&Dintorni