Lug
14

Le sette meraviglie (culinarie e non) dell’Abruzzo

AbruzzoMi riallaccio ai post di Maxime e Stefano Mainardi, per unirmi a questo meme che permette di far conoscere ai forestieri (ma anche no), alcune delle tante bellezze della nostra regione.

Detto questo, ecco a voi le mie personali “sette meraviglie (culinarie e non) dell’Abruzzo”:

  1. al primo posto, sicuramente c’è il Parco Nazionale d’Abruzzo che rappresenta una delle rare zone dell’Europa Occidentale dove, nelle vaste foreste che ammantano i monti o nelle alte praterie rupestri, è ancora possibile imbattersi in animale come l’Orso marsicano, il Camoscio d’Abruzzo, il Lupo, la Lince e l’Aquila reale. Molte altre specie di mammiferi, uccelli, rettili, anfibi e pesci rappresentano altrettante rarità. L’Abruzzo è la regione verde d’Europa.
  2. i Calanchi (specie quelli di Atri) sono maestose architetture naturali conosciute anche come “bolge” o “scrimoni” che rappresentano una delle forme più affascinanti del paesaggio adriatico.
  3. il Forte Spagnolo all’Aquila la cui costruzione fu ordinata nel 1534 dal vicerè di Napoli Don Pedro di Toledo per controllare la cittadinanza che simpatizzava per i francesi. Ulteriori informazioni potete trovarle qui.
  4. il borgo medioevale di Castelbasso (TE) sorge su una ripida collina del versante sinistro della vallata del Vomano. Le origini si pongono tra la tarda antichità e l’Alto Medioevo (VI-VII sec.).
  5. la pasta, ma visto che ne hanno già abbondandemente parlato sia Maxime che Stefano, faccio una breve panoramica sui dolci: si va da quelli natazili come i Calgionetti (o Caciunetti o Caggionetti), i Bocconotti, le Sfogliatelle a quelli tradizionali come il Parrozzo, le Neole (o Nuvole o Ferratelle), i Tarallucci, le Chiacchiere, la “pizza dolce”, il Torrone al cioccolato (tipico dell’Aquila) e i confetti (tipici di Sulmona).
  6. la porchetta è uno dei prodotti gastronomici, fiori all’occhiello dell’Abruzzo, anche se le sue origini sono umbre. La porchetta è un arrosto preparato con un maiale intero di piccole dimensioni (6-7 mesi) ripulito delle interiora, poi insaporito con un trito di spezie e infine cotto allo spiedo nel forno a legna. In Abruzzo la porchetta è l’inmancabile protagonista di feste e fiere popolari. Fonte: Abruzzo Turismo
  7. gli arrosticini: consistente in carne ovina (originariamente di castrato ma per lo più oggi solo di pecora) tagliata a tocchetti ed infilata in spiedini, la cui cottura avviene su di un bracere dalla caratteristica forma allungata definito “canala“(in dialetto abruzzese “furnacella”) per la sua somiglianza ad un canale di gronda. Fonte: Wikipedia.

Passo la palla a chiunque voglia far conoscere qualcosa di più sulla propria regione.

12 commenti a “Le sette meraviglie (culinarie e non) dell’Abruzzo”


  1. 1 Faus74
    16 luglio 2007 alle 18:13 Quota

    Concordo in pieno,la nostra terra è uno spettacolo per gli occhi ed il palato ;-)

  2. 2 Paolo
    16 luglio 2007 alle 21:49 Quota

    @Faus74: il grande problema dell’Abruzzo, secondo me, è che è poco valorizzato ed è davvero un peccato.

    Ciao, Paolo.

  3. 3 Valter
    17 luglio 2007 alle 18:10 Quota

    Gli arrosticini/spitucci/rostelli all’ultimo posto?
    Ma siamo matti? :D

    PS: Studi informatica a l’Aquila? Non t’ho mai visto in giro..

  4. 4 Paolo
    17 luglio 2007 alle 18:34 Quota

    @Valter: no no, l’ordine da me utilizzato è del tutto casuale (Parco Nazionale a parte!), altrimenti gli arrosticini meritavano assolutamente un posto di rilievo :-D

    Si, studio informatica all’univaq ed è strano che non mi hai mai visto in giro (oddio attualmente ci sto poco, ma fino a qualche tempo fa praticamente sempre). Tu a che anno stai? Io al 3°.

    Ciao, Paolo.

  5. 5 Valter
    17 luglio 2007 alle 18:55 Quota

    Ciao, io sto tecnicamente al 3° anno.. praticamente al 6° :)
    Ma.. sbaglio o quel diavolo di Pablo Moroe conosce anche te?
    Se sì, mo che lo rivedo…

    Ma vuoi vedere che inizio col cercare informazioni sulla fonera.. e finisco per chiederti il cavo per resuscitarla di persona? :D

    Ciao!

    PS:Chiedo scusa agli altri per il commento off topic.

  6. 6 Paolo
    17 luglio 2007 alle 18:59 Quota

    @Valter: io praticamente al 4°. Si certo che Paolo B. conosce anche me!

    Ma la tua Fonera è morta del tutto? Altrimenti c’è ancora una soluzione per resuscitarla.

    Per quanto riguarda l’off-topic, stai tranquillo, non sono/siamo così pignoli, in fondo siamo tra amici, no?! :-)

    Ciao, Paolo.

  7. 7 Valter
    17 luglio 2007 alle 19:10 Quota

    La mia fonera (nel giro di 24 ore) l’ho fatta diventare inaccessibile.
    Sia tramite ethernet che wifi.
    Praticamente ho cercato di installare il package asterisk-mini sulla fonera (in maniera molto ‘artigianale’) ma dopo aver visto che quello che riuscivo ad ottenere era solo un ‘Segmentation fault’, ho provato a disinstallarlo.
    Non so come ma così facendo, molti dei comandi principali (quali iptables, ifconfig, ecc..) non venivano più riconosciuti dalla fonera.
    ‘Intelligentemente’ ho riavviato il tutto… e la fonera è rimasta nel suo mondo.
    Ho provato i vari modi per resettarla.. ma niente.
    Qualche soluzione alternativa?

  8. 8 Paolo
    17 luglio 2007 alle 22:59 Quota

    @Valter: sei uno resistente, io c’ho messo 2 minuti a brickarla (la colpa è di ipkg che da problemi in fase di rimozione) :-D

    Comunque non c’è alternativa al cavo seriale.

    Ciao, Paolo.

  9. 9 Pablo Moroe
    18 luglio 2007 alle 7:37 Quota

    Vedo che sia te che Mainardi (che anche Maxime) non avete citato la mia unica ragione di vita: la mugnaia!

  10. 10 Valter
    18 luglio 2007 alle 9:30 Quota

    A Pablo.. mo “mugnaia” la chiami? ;)

    @Maxime: sei per caso quello di #amigaita ?

  11. 11 Paolo
    18 luglio 2007 alle 11:39 Quota

    @Pablo Moroe: io non ho citato la pasta proprio perchè ne hanno parlato sia Maxime (ha parlato anche della mugnaia!) che Stefano! :-D

    Ciao, Paolo.

  12. 12 SALVATORE BEATRICE
    22 giugno 2008 alle 15:20 Quota

    CIAO A TUTTI L.ABRUZZO E VERAMENTE BELLISSIMO IO CHE SONO FRANCESE DA PICCOLA VADO IN ABRUZZO E C.E MOLTO MERAVIGLIE DA VEDERE COMPLIMENTO PER IL TUO BLOG E UN SALUTINO DI FRANCIA PER VOI TUTTI … BEATRICE…

Lascia un commento

Nome

Email (non verrà pubblicata)

Sito web (opzionale)

Quanto fa 4 + 5 ? (protezione antispam)




Seguici anche su Facebook

Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dai Social Network.
Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

Hai bisogno di un sito web?

Web&Dintorni