Archivio per dicembre, 2006

Dic
30

Installare OpenWrt ne La Fonera

Qualche settimana fa, qualcuno di voi, con un commento, mi aveva chiesto se era possibile installare OpenWrt ne La Fonera. La mia risposta, ai tempi, è stata negativa (anche se, fin da allora, avevo lasciato ampia speranza per eventuali hack futuri che rendessero possibile tale operazione), ma oggi ciò è possibile.

Ma cos’è OpenWrt? Per chi non lo sapesse, OpenWrt (che è già il cuore de La Fonera, solo che molti non lo sanno) non è altro che una distribuzione pensata apposta per rimpiazzare il firmware di router per connessioni senza fili con un sistema Gnu/Linux. Una volta installata, OpenWrt è completamente amministrabile attraverso un’interfaccia web. In più questa distro emebedded è dotata di un sistema di gestione dei pacchetti chiamato “ipkg” (disponibile anche ne La Fonera, come descritto in questo post) molto simile ad apt-get di Debian.

Secondo quanto riportato nel forum di OpenWrt in questo thread e in quest’altro, per eseguire l’hack, dovete munirvi del nuovo firmware (scaricabile da qui) e poi sovrascriverlo a quello originale Fon.

Attenzione però:

  • non ho provato personalmente l’hack, quindi non mi ritengo assolutamente responsabile di eventuali danni che potreste arrecare alla vostra Fonera
  • ho riportato la notizia per “dovere di cronaca” ma, per quanto mi riguarda, ritengo sia moralmente corretto utilizzare La Fonera per condividere la connessione con gli altri utenti Fon (anche perchè l’ho/l’abbiamo acquistata a prezzo bassissimo proprio per questo scopo).

UPDATE DEL 07/06/2007

Luca (che ringrazio), nei commenti, mi ha segnalato la procedura per flashare il firmware OpenWrt scaricato da http://ipkg.k1k2.de/(che ha la caratteristica di essere meglio ottimizzato per La Fonera, rispetto a quello ufficiale).

La procedura è diversa da quella “standard” perchè openwrt-atheros-2.6-vmlinux.lzma scaricato dal sito segnalato precedentemente occupa 768Kb, mentre quello scaricato dal sito ufficiale ne occupa solo 704Kb e quindi, senza questa procedura “particolare”, viene restituito il messaggio di errore “Can’t locate c0000(786432) bytes free in FLASH“.

Ecco i comandi da eseguire:

RedBoot>fis init
RedBoot>load -r -v -b 0×80040450 openwrt-atheros-2.6-root.jffs2-64k
RedBoot>fis create -b 0×80040450 -f 0xA8030000 -l 0×006F0000 -e 0×00000000 rootfs
RedBoot>load -r -b %{FREEMEMLO} openwrt-atheros-2.6-vmlinux.lzma
RedBoot>fis create -r 0×80041000 -e 0×80041000 vmlinux.bin.l7
RedBoot>fis load -l vmlinux.bin.l7
RedBoot>exec

UPDATE DEL 07/01/2009

Francesco (che ringrazio), nei commenti, mi ha segnalato una interessante raccolta di tutte le utilty per installare OpenWrt/DD-WRT sulla Fonera. Tale archivio è scaricabile qui.

Dic
30

Vulnerabilità in WordPress <= 2.0.5

Ho appena appreso dal blog di crisis di una vulnerabilità nel file templates.php di WordPress (il motore che fa funzionare questo sito) che consentirebbe, ad un utente malintenzionato che abbia accesso a questo file, di inserirvi del codice HTML o javascript arbitrario, che verrebbe poi eseguito dagli altri amministratori.

Sono affette da questa vulnerabilità tutte le versioni di WordPress, compresa l’attuale 2.0.5.

Per rimediare alla vunerabilità, basta scaricare la versione corretta da qui, estrarre il file templates.php e utilizzarlo per sovrascrivere il file wp-admin/templates.php esistente.

UPDATE

Come mi ha fatto giustamente notare il mio amico Daxeel, sovrascrivendo il file e selezionando, dal menù di amministrazione, Gestione -> File, si ottiene un bel

Fatal error: Call to undefined function attribute_escape() in /wp-admin/templates.php on line 114

La soluzione alla quale, prima lui, poi io, siamo arrivati è quella di editare il vecchio file wp-admin/templates.php e sostituire la riga 114 con questa:

echo "<li><a href='templates.php?file=" . wp_specialchars($recent, true) . "'>" . wp_specialchars(get_file_description(basename($recent))) . "</a></li>";

Con questa piccola modifica, la vulnerabilità dovrebbe essere risolta ed anche Gestione -> File dal menù d’amministrazione è tornato a funzionare!

Dic
26

Punti di vista: la Relatività di Escher

Poco fa, parlando con un amico, mi è tornato in mente un quadro irreale che tanto mi ha affascinato fin da bambino: la Relatività dell’artista olandese Maurits Cornelis Escher.

Nell’opera, vengono proposti tre diversi livelli di applicazione dello stesso paradosso: tre mondi paralleli e separati coesistono all’interno di un edificio in cui sulle pareti, sul soffitto e sul pavimento si aprono finestre e porte da cui partono scale. Sedici figure umane si muovono nell’ambiente, suddivise in tre gruppi. Ciò che per un gruppo è il soffitto, per un altro gruppo è la parete, e ciò che per un gruppo è una finestra per un altro gruppo è un’apertura nel pavimento. Diverse realtà impossibili condividono un’impossibile convivenza.

Quest’opera ha sempre attratto la mia attenzione perchè è come se racchiudesse l’emblema della vita: le scale (c’è chi scende e chi sale, ma attenzione, è sempre relativo nell’opera..), i tanti punti di vista diversi (di vedere ogni cosa), il tutto contornato da un qualcosa di assolutamente misterioso..

Cosa ne pensate?

Escher Relatività

Dic
25

Buon Natale!

Buon Natale a voi e alle vostre famiglie con l’augurio che Babbo Natale, fra i regali sotto l’albero, vi faccia trovare infinita serenità.

Buone Feste

Dic
23

Wikio, in collaborazione con Fon, regala 1000 Fonera!

Grandissima promozione di Natale da parte di Fon e Wikio, che vi offrono il router WIFI La Fonera (che ha un valore di 29,95€), completamente gratis!

Per chi non lo sapesse, Fon è la più grande comunità WiFI al mondo, i suoi membri condividono la connessione senza fili a Internet che hanno a casa loro (grazie a La Fonera) e, in cambio, possono connettersi gratuitamente ai migliaia punti di accesso degli altri membri in tutto il mondo.

Attenzione, questa offerta è limitata ai primi 1000 utilizzatori di Wikio che richiederanno il router.

Per prenotare subito la Fonera, clickate qui.

N.B. Al momento.. ovvero alle ore 21,30 del 23/12, ancora non hanno raggiunto la soglia dei 1000, quindi affrettatevi!!

Dic
23

Nvu, l’editor web open source

Durante la riunione di ieri sera dell’associazione OpenInformatix ho tenuto un seminario su “Come impagirare un semplice sito web“.

Durante tale seminario, ho illustrato i tag HTML più importanti, facendone vedere l’uso pratico, dopodichè ho presentato e illustrato l’uso del programma Nvu che abbiamo utilizzato per impaginare un semplice sito web (scaricabile clickando qui), partendo da un template esistente scaricato da http://www.oswd.org.

Nvu (pronunciato N-view, inteso come “new view”) è un programma open source che rende la gestione di un sito web facilissima in modo da parmettere, a qualsiasi persona, di creare pagine web e gestire siti web senza avere competenze tecniche o conoscenza di HTML. E’ sviluppato principalmente per Linspire e per le altre distribuzioni Linux, ma la sua architettura multi-piattaforma lo rende disponibile anche per altri sistemi operativi Unix, Windows e Macintosh.

Esso si basa su Gecko, il motore di layout contenuto dentro Mozilla; è un motore super-veloce, molto affidabile, aderente agli standard del web e gestito da una vasta comunità di sviluppatori. Il suo riconosciuto supporto di XML, CSS e JavaScript permette di sviluppare la miglior piattaforma per la creazione siti web sul mercato. La sua architettura basata su XUL, rende Nvu lo strumento di progettazione con le maggiori possibilità di estensione.

Dal punto di vista dell’usabilità, Nvu è veramente ben fatto: è possibile sfogliare comodamente i propri siti nella barra laterale. È possibile scegliere di volta in volta tra vista ad albero, vista sul modello di Gestione Risorse o ancora una cartella alla volta. E’ anche possibile scegliere quali file mostrare, in base alla loro estensione. L’area di consultazione consente anche la visualizzazione di dimensione e data di ultima modifica per ogni file. Inoltre, in un prossimo futuro, sarà possibile una gestione completa dei file, compresa la loro rimozione, la creazione di nuove cartelle e la rimozione di cartelle esistenti. Una delle caratteristiche migliori di Mozilla Firefox (i famosi e utilissimi tab) sono disponibili anche in Nvu: sulla finestra principale del programma, infatti, è possibile gestire e modificare insieme tutti i documenti di cui si ha bisogno.

Per chi avesse bisogno anche di un editor CSS c’è CaScadeS che permette di creare fogli di stile con una facilità estrema. Anche CaScadeS è gestito completamente da Gecko, in modo da permettere di vedere le modifiche agli stili applicati in “diretta” ai documenti su cui si lavora.

Devo dire che tutti gli auditori della riunione di ieri sera, sono rimasti veramente sorpresi della potenza e dalla facilità d’uso di questo programma che potete scaricare (come dicevo prima, gratuitamente e per diverse piattaforme) clickando qui.

Dic
20

A quali dolci tradizionali del Natale non sapete rinunciare?

Con l’avvicinarsi del Natale, siamo quotidianamente tentati da gustosissimi dolci ai quali difficilmente riusciamo a dire di “NO”..

Ma voi quale di questi preferite?

Sarebbe bello se, chi passasse di qua, me lo scrivesse con un commento che avrebbe il duplice scopo di farmi un po’ i fatti vostri e di sapere quante persone leggono i miei post!

Grazie :-)

Dic
19

L’ISTAT dice che l’Italia non è il paese di Internet

Nella pausa pranzo di oggi, stavo sfogliando il quotidiano “Il Centro” quando, in seconda pagina, scruto un articolo dal titolo: “L’Italia non è il paese di Internet“.

Andando avanti nella lettura dell’articolo, mi colpiscono alcuni dati (resi noti noti dall’Istat nel rapporto sulle tecnologie dell’ informazione e della comunicazione ad uso delle famiglie italiane): solo il 40% delle persone, in Italia, ha accesso ad internet da casa, rispetto da una media europea del 52%.

Questi dati posizionano l’Italia, in un tutt’altro che dignitoso, 15esimo posto in Europa: i capi delle classe sono Olanda (80%), Danimarca (79%) e Svezia (77%), mentre peggio di noi sono posizionate Ungheria (32%), Slovacchia (27%) e la Grecia (23%). Vicini a noi, ci sono la Francia (41%), la Spagna (39%) e il Portogallo (35%).

I motivi maggiori per cui le famiglie, in Italia, non si connettono alla grande rete sono la mancanza il pc nelle famiglie (53,9%) e il mancato accesso al web dalle abitazioni (64,4%). Invece, tra i motivi di chi non naviga in rete, c’è il disinteresse (40%) e l’incompetenza informatica (30%).

Per l’Istat, quindi, il mancato accesso alla rete è di natura socioculturale piuttosto che economico, in quanto la maggior parte delle famiglie non percepisce l’utilità di questo strumento o non si ritiene in grado di utilizzarlo.

Chi però possiede un accesso alla rete, lo usa sempre più spesso; crescono, infatti, gli acquisti online: nell’ultimo anno quasi 3 milioni di italiani hanno fatto acquisti attraverso Internet (20,6%). Nonostante questo, le imprese italiane non amano il commercio on line: l’Italia è, infatti, al penultimo posto sia per gli acquisti sia per le vendite tramite internet all’interno dell’Unione Europea.

Purtroppo, nei dati, si evince ancora una differenza sostanziale tra Nord e Sud.

Dic
19

Telefonate gratis grazie agli Skype Winter Days

Grazie al blog del mio amico maury, ho saputo di questa interessantissima promozione di Skype, valida per tutto il mese di dicembre, che permette di incrementare, gratuitamente, il credito SkypeOut (utilizzabile per inviare SMS o fare chiamate)!

Ecco i dettagli della promozione:

  • ogni martedì, gli utenti Windows, clickando qui ed immettendo la propria UserID e la propria Password, potranno richiedere 15 minuti telefonate (ai telefoni fissi) gratis
  • per gli utenti Mac la richiesta va, invece, effettuata il venerdì.

Buone telefonate a tutti.. GRATIS ovviamente!

P.S. Io e maury, essendo sia utenti Windows che utenti Mac, stiamo usufruendo della promozione sia il martedì che il venerdì (non sappiamo se sia un baco o cosa voluta, ma ci riusciamo :-) )




Seguici anche su Facebook

Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dai Social Network.
Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

Hai bisogno di un sito web?

Web&Dintorni