Archivio tag per 'soluzione'

Set
27

Come eliminare il fastidioso PopUp: L’ultima volta che hai aperto OpenOffice.org / LibreOffice si è chiuso inaspettatamente durante la riapertura delle finestre. [..]

OpenOffice / LibreOfficePoco fa, avviando OpenOffice per Mac, mi sono ritrovato sullo schermo questo simpatico errore: “L’ultima volta che hai aperto OpenOffice.org / LibreOffice, si è chiuso inaspettatamente durante la riapertura delle finestre. Desideri provare a riaprire le finestre nuovamente?” o, in inglese, “The application OpenOffice.org / LibreOffice was forced to quit while trying to restore this windows. Do you want to try to restore its windows again?”

Schermata errore

Voi direte.. <<beh clicca su “Ripristina Finestre” (“Restore Windows”) o su “Non Ripristinare” (“Don’t Restore Windows”) ed il gioco è fatto!>> Purtroppo, nonostante i vari click sui pulsanti, questi non funzionano minimamente. Provando a chiudere e riaprire il programma, inoltre, l’errore non accenna a scomparire.

Ma, dopo un po’ di smanettamenti, ho trovato la soluzione:

  1. Chiudete forzatamente OpenOffice / LibreOffice (per i meno esperti: Cliccate sulla mela in alto a sinistra -> Uscita Forzata -> Selezionate OpenOffice / LibreOffice)
  2. Aprite il Terminale di Mac OS (lo trovate su Applicazioni/Utility)
  3. Digitate questo comando:
    rm -rf ~/Library/Saved Application State/org.openoffice.script.savedState
  4. Avviate OpenOffice / LibreOffice e verificate che ora la fastidiosa finestra sia scomparsa!
Apr
02

Soluzione al quesito.. “questo problema impegna un bambino per 5 minuti […]”

“Questo problema impegna un bambino per 5 minuti; ad un programmatore occorre un’ora per capirlo. Una persona di cultura, invece, ci riesce in … scopritelo da soli”!

Questo è il testo del quesito che, poco fa, è comparso sulla mia bacheca di Facebook. Io, pur essendo (anche) un programmatore, l’ho risolto in 5 minuti e voi?!

Provate! (cliccate sull’immagine per ingrandirla)

Problema

Allora, ci siete riusciti?!

Vediamo se, con qualche indizio, diventa tutto più semplice:

  1. non guardate i numeri in quanto numeri, ma guardateli come forme.. forme curve, arrotondate, chiuse …
  2. non sono necessari calcoli particolari, basta la matematica di base, anzi molto di base, ad esempio il pallottoliere..!
  3. ve lo ricordate come si contava nel pallottoliere? Sì, esatto, le palline..! Nell’immagine precedente riuscite ad identificare delle “palline”?
  4. Guardate bene.. ed applicate all’immagine quanto suggerito precedentemente!

Allora? Adesso è tutto più chiaro? :)

Nov
17

Stanchi dello spam? Ecco una soluzione: DEspam.IT

Chi di voi non si è mai lamentato per lo spam che, ogni volta, gli riempie la casella email?!

Come dici? Non sia cos’è lo spam? Bene, facciamo una piccola prefazione allora!

Vi sarà capitato di ricevere, nella vostra casella e-mail, pubblicità indesiderate dei prodotti più disparati (e spesso anche piuttosto discutibili): bene, questo è lo spam.. ovvero la posta pubblicitaria-spazzatura che appesta Internet. Si stima che ormai oltre la metà dei messaggi in circolazione sia costituita da spam.

Tratto da Wikipedia: “Il principale scopo dello spamming, come abbiamo detto, è la pubblicità, il cui oggetto può andare dalle più comuni offerte commerciali, a proposte di vendita di materiale pornografico, o illegale, come software pirata e farmaci senza prescrizione medica, discutibili progetti finanziari, ed essere veicolo di truffe. Uno spammer, cioè l’individuo autore dei messaggi spam, invia messaggi identici, o con qualche personalizzazione, a migliaia di indirizzi e-mail. Questi indirizzi sono spesso raccolti in maniera automatica dalla rete, ottenuti da database o semplicemente indovinati usando nomi comuni.

Per definizione lo spam viene inviato senza il permesso del destinatario ed è un comportamento ampiamente considerato inaccettabile dagli ISP (Internet Service Provider) e dalla maggior parte degli utenti Internet. Mentre questi ultimi trovano lo spam fastidioso e con contenuti spesso offensivi, gli ISP si oppongono anche per i costi del traffico generato dall’invio indiscriminato.”

Continua la lettura di ‘Stanchi dello spam? Ecco una soluzione: DEspam.IT’




Seguici anche su Facebook

Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dai Social Network.
Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

Hai bisogno di un sito web?

Web&Dintorni