Archivio tag per 'server'

Nov
21

Delimiter.us: VPS economico, ma davvero inaffidabile

I più attenti avranno notato che questo blog ha avuto seri problemi di stabilità negli ultimi mesi ed, in particolare, negli ultimi 2 giorni. Ciò è stato dovuto ad un VPS (che sta per Virtual Private Server, ovvero un server eseguito in ambiente virtuale) acquistato presso Delimiter.us.

Ma andiamo con ordine: lo scorso febbraio ho sentito la necessità di acquistare un VPS, sia perchè l’hosting su Aruba mi andava un po’ stretto, sia perchè avevo in programma di ospitare altri siti sul mio server. Così, cercando in rete, ho trovato Delimiter.us: prezzo interessante, server (anche) in Europa, garanzie di buone percentuali di uptime e buone recensioni in rete. Ho deciso di acquistarlo, pagando, inizialmente, un mese alla volta e poi rinnovando di 3 mesi in 3 mesi.

Dopo qualche mese ci sono stati i primi problemi: l’uptime di aprile è stato 99.2% (con 5h e 47m di inattività), quello di maggio 99.41% (con 4h e 22m di inattività) e quello di giugno 99.7% (con 2h e 11m di inattività). Luglio, agosto e settembre, invece, è stato tutto più o meno perfetto, il che faceva sperare che gli eventuali problemi dei mesi precedenti fossero stati risolti.

Ad ottobre, invece, sono iniziati i problemi seri: tra l’11 ed il 12 ci sono state circa 23h di inattività, il che, per un server in produzione, è una cosa GRAVISSIMA. Il mese si è così concluso con un pessimo uptime del 96.92%. A novembre è andato molto peggio: il 10 ci sono state più di 6h ore di inattività e, tra il 18 ed il 19, addirittura più di 25h, cosa del tutto INAMMISSIBILE. Al momento, l’uptime di novembre è fissato al 93.47%.

Ovviamente ho scritto e riscritto all’assistenza: mediamente ho ottenuto una risposta ogni 6/7 email inviate e sempre risposte non risolutive. Mi è stato detto che avrebbero spostato il mio VPS su un altro nodo: sono passati quasi 3 giorni e non ho avuto più notizie. Vi faccio inoltre notare che, oltre al GRAVISSIMO disservizio, non ho avuto neanche la possibilità di fare un backup completo del VPS (sulla quale ospitavo una 10ina di siti dei siti), il che è ANCORA PIU’ GRAVE. Inutile dire che, oltre al backup completo, ho chiesto anche il rimborso per il mese di dicembre, che ho pagato in anticipo, ma non ho avuto alcuna risposta.

A conferma di quanto detto in precedenza, eccovi il dettaglio di uptime da novembre 209 ad oggi:

Uptime Delimiter.us

Lo scopo di questo articolo, comunque, non è quello di annoiarvi, ma solo SCONSIGLIARVI ASSOLUTAMENTE di acquistare servizi da questa azienda.

P.S. al momento il blog funziona grazie ad un altro VPS acquistato in fretta e furia, per ripristinare al più presto tutti i siti da me ospitati. Sperando che, stavolta, quanto promesso nel sito dall’azienda sia rispettato!

Gen
25

Di nuovo online, ma su un altro server!

Dopo che, in tutta la giornata di ieri questo sito non è stato raggiungibile, è finalmente tornato online, questa volta su un server VPS nuovo nuovo!

Incrociate le dita e sperate che non esploda tutto da un momento all’altro! :)

P.S. se doveste rilevare qualche problema/errore, vi prego di segnalarmelo inserendo un commento a questo post! Grazie della collaborazione! :)

Ago
11

Links della settimana (55)

Come ogni lunedì, ecco una accuratissima selezione di links che pongo alla vostra attenzione:

Apr
02

Ecco a voi, il mio nuovo mini-server casalingo..

Approfittando di un’asta particolarmente conveniente su eBay e del parere positivo del mio amico Daniele (che ne possiede già una), ho acquistato quello che è il mio nuovo server casalingo, mandando il pensione l’ottima Sun Ultra 5*, sebbene funzioni ancora benissimo.

Il sistema acquistato è composto da un Cabinet MINI-ITX, scheda madre VIA EPIA M1000 basata su processore C3 con frequenza di clock pari ad 1GHz (sebbene il vecchio proprietario era convinto fosse ad 800 MHz) sulla quale si trovano integrati: uscita VGA, scheda audio a 6 canali, scheda di rete, 4 porte USB 2.0 e 1 porta Firewire. Completano la dotazione 512 Mb 1 Gb (visto che il banco da 512 Mb era “buggato”) di RAM DDR, DVD-ROM 8x slim della IBM e un’altra scheda di rete Gigabit. L’unica periferica mancante era l’hard disk: ma ho recuperato subito la mancanza, reciclando un “vecchio” Maxtor da 80 Gb.

Ecco qualche foto del “gioiellino” nella fase di smontaggio/personalizzazione:

Mini-itx (1) Mini-itx (2) Mini-itx (3)

Mini-itx (4) Mini-itx (5)

Il sistema operativo che ho scelto di installarci è FreeBSD 7.0, che gira davvero divinamente. Il serverino resterà sempre acceso e offrirà i seguenti servizi: fileserver, download (…), centralino Asterisk, web server per prove e/o smanettamenti vari, dns server cache-only, monitoraggio con MRTG, varie ed eventuali..!

(*) dato l’inutilizzo, ho intenzione di vendere la Ultra 5 che è composta da: processore UltraSPARC-IIi 64 bit 360 MHz, ben 512 Mb di RAM (4×128 Mb), scheda video ATI Rage, hard disk Western Digital da 20 Giga, scheda audio integrata, 2 schede di rete, ecc.ecc. ad una 70ina di euro (tenete conto che solo la RAM vale il prezzo, dato che è introvabile e, oltre a funzionare sulle Ultra 5, funziona anche sulle Ultra 10 e su diverse Enterprise). Postate un commento o scrivetemi in privato se siete interessati all’acquisto e/o per avere ulteriori informazioni sulla macchina.




Seguici anche su Facebook

Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dai Social Network.
Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

Hai bisogno di un sito web?

Web&Dintorni