Archivio tag per 'concerto'

Mar
21

Testi e traduzioni del nuovo album degli U2 ‘No line on the horizon’

No Line On The HorizonLo so che vi sembra strano che un fan degli U2 come me, non abbia ancora parlato in queste pagine del loro nuovo fantastico album: No line on the horizon. Ma vi è assicuro che è solo una mancanza dovuta al poco tempo libero che ho a disposizione, ma che lo ascolto dal primo giorno che è uscito (l’ho comprato a New York!) e me ne sono subito innamorato!

Comunque, lo scopo di questo post, è indicarvi dove trovare i testi e le traduzioni di tutte le canzoni del nuovo album. Ecco qui:

  1. No Line On The Horizon
  2. Magnificent
  3. Moment of Surrender
  4. Unknown Caller
  5. I’ll Go Crazy If I Don’t Go Crazy Tonight
  6. Get On Your Boots
  7. Stand Up Comedy
  8. Fez – Being Born
  9. White As Snow
  10. Breathe
  11. Cedars Of Lebanon

Fonte dei testi e delle traduzioni: The Rock Blog

Feb
02

Resoconto del concerto di Ludovico Einaudi di Grottammare del 1° febbraio

Ludovico EinaudiIl giorno tanto è atteso è finalmente arrivato (e purtroppo passato!), ieri sera, venerdì 1 febbraio, al Teatro delle Energie di Grottammare (AP) sono riuscito ad ascoltare per la prima volta dal vivo il mio pianista preferito: Ludovico Einaudi. Il teatro era pienissimo di ammiratori del pianista torinese provenienti da sud e centro Italia visto che quella di Grottammare è stata una delle tre date italiane, nonché unica in prossimità del sud, della tournée del maestro reduce da una esibizione di fronte a 4.000 spettatori all’Albert Hall di Londra.

La sua fantastica performance ha rispettato senza dubbio le mie aspettative e, anche grazie al posto in 3^ fila (ovvero a soli 5 metri dal pianoforte), mi ha dato un mix di emozioni indescrivibili con le parole. Ogni singola nota emessa dal suo pianoforte sembrava fosse nata da “uno sforzo” che il suo viso tradiva in maniera evidente: questo mi ha dato conferma di quello che avevo già notato ascoltando i suoi album, ovvero l’enorme passione con la quale lui suona il suo pianoforte. E la stessa passione, devo ammettere che non l’ho mai notata in nessun altro artista.

Le 2 ore nelle quali Einaudi ha ripercorso la sua carriera musicale, purtroppo sono scivolate velocemente.. mi dispiace solo che, per quanto mi riguarda, siano state un po’ disturbate dal sonno (che ormai ogni sera alle 22 mi attanaglia) che non mi ha dato la possibilità di apprezzare ogni singola nota emessa dal suo strumento (mi sono ripromesso, infatti, di andare ad ascoltarlo di nuovo non appena le circostanze e la distanza lo permetteranno!).

Ah, dimenticavo, ho scattato abusivamente qualche foto, che prometto di condividere con voi al più presto! ;-)

Nov
29

Resoconto del concerto di Biagio Antonacci di Roseto del 28 novembre

Ormai ci ho preso gusto: dopo il concerto di Ligabue di una decina di giorni fa, questa sera ho assistito a quello di Biagio Antonacci che si è tenuto al Palamaggetti di Roseto degli Abruzzi (TE) per il Vicky Love Tour 2007. Circa 3000/4000 i presenti (almeno ad occhio) che hanno riempito il palasport e sostenuto a gran voce il cantante milanese.

Biagio ha inserito in scaletta i suoi successi più recenti come E’ soffocamento (che ha aperto la serata), Lascia stare, Sognami e Coccinella (accompagnato da una ballerina all’interno di una sfera di plastica trasparente) e, per la gioia del pubblico presente, le canzoni che lo hanno reso celebre come: Così presto no, In una stanza quasi rosa, Mi fai stare bene, Se io se lei, Se è vero che ci sei, Iris, Convivendo, Liberatemi, Pazzo di lei, Non ci facciamo compagnia, Sappi amore mio, Non è mai stato subito, Angela, etc. etc.

Due ore di grande musica per un concerto intimo e nostalgico nonchè estremamente emozionante (almeno per quanto mi riguarda), dove i sentimenti e l’amore hanno fatto da padrone. Unica nota negativa della serata l’acustica scarsa del Palamaggetti almeno per quanto riguarda la mia posizione, ovvero in alto nella tribuna laterale destra.

P.S. anche stavolta, ho scattato tantissime foto, datemi il tempo di selezionare le migliori e le convididerò con voi con molto piacere.

AGGIORNAMENTO DELLE 15.05

Dalle statistiche ho notato che questo è l’articolo più letto (di oggi) di questo blog. Sare bello se, chi passasse di qui, lasciasse un commento con le proprie impressioni sul concerto e/o un semplice saluto. Avanti, non siate timidi :-)

AGGIORNAMENTO DELLE 23.42

Il “reportage fotografico” è online: potete provarlo nella Foto gallery!

Nov
18

Resoconto del concerto di Ligabue di Roma del 17 novembre

Finalmente il giorno tanto atteso è arrivato, ecco un dettagliato resoconto: partenza da casa (Mosciano Sant’Angelo) alle 14.15 circa con “il salottino a 4 ruote” (ovvero la Mercedes ML) di Agostino, rapido stop per “caricare” Roberto e poi dritti verso Roma. Visto il largo anticipo sulla tabella di marcia, abbiamo fatto una piccola sosta al centro commerciale Roma Est (sì, questo era una dei motivi principali.. almeno per me e Roberto!) e poi via verso il Palalottomatica dove sia arrivati alle 18 circa. Fortunatamente abbiamo trovato il parcheggio proprio di fronte al palazzetto e via alla cassa accrediti di Ticketone per ritirare i biglietti; ci siamo messi in fila che non erano neanche le 18.30 e abbiamo aspettato, con un vento gelido che penetrava le nostre ossa, le 19.30 quando, finalmente, siamo entrati.

Il primo impatto con l’interno del Palalottomatica è stato davvero emozionante: la struttura è grandissima e bellissima. Attendiamo con ansia l’inizio del concerto, ma Liga non si fa attendere poi molto, iniziando alle 21.05 con solo 5 minuti di ritrardo sulla tabella di marcia. Impossibile descrivere le emozioni provate fin dalle prime note.. ma vi assicuro che i 60 euro del biglietto e la trasferta di 450 km sono stati ampiamente ripagati :-)

Liga ha cantato quasi tutti i singoli del nuovissimo album Primo Tempo (come Balliamo sul mondo, Certe notti, Urlando contro il cielo, Ho messo via, Bambolina e barracuda, Bar Mario, Lambrusco e pop corn e Marlon Brando è sempre lui), i successi dello scorso album (come Il giorno dei giorni, Happy hour, Le donne lo sanno, …), le “classiche” Gli ostacoli del cuore, Tutti vogliono viaggiare in prima, Metti in circolo il tuo amore, Radiofreccia, Si viene e si va e i due bellissimi inediti Niente paura e Buonanotte all’Italia (quest’ultimo utilizzato per concludere il concerto e accompagnato da una scenografia a dir poco fantastica nella quale sono stati ricordati quasi tutti gli uomini che “hanno fatto l’Italia” nel recente passato).

Ho scattato tantissime foto e un piccolo video (di bassa qualità) sulle note di Certe notti, datemi il tempo di riorganizzare il tutto e di selezionare le foto migliori e le convididerò con voi con molto piacere.

Comunque una cosa è certa: ora ascoltare le canzoni del Liga fa tutto un’altro effetto..

UPDATE DELLE ORE 23.35

Il “reportage fotografico” è online: potete provarlo nella Foto gallery!

UPDATE DELLE ORE 00.32

Ora anche il video è online: potete trovarlo su Youtube (vi avviso che la qualità sia video, ma soprattutto audio, non è proprio il massimo)!




Seguici anche su Facebook

Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dai Social Network.
Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

Hai bisogno di un sito web?

Web&Dintorni