Feb
03

L’Italia è un paese veramente libero?

Prendo spunto dal post del mio amico Paolo, per approfondire un po’ l’argomento della libertà d’informazione in Italia.

Nel mondo, esistono organismi non governativi indipendenti che si assumono il compito di monitorare molti aspetti e indici della società. Così come, ad esempio, Amnesty International vigila sui diritti umani, c’è una organizzazione che prende il nome di Freedom House il cui compito è monitorare la condizione della libertà di stampa in ogni paese della Terra.

Fatta questa premessa, per chi ancora non lo sapesse, l’Italia nel 2004, è passata dallo status di “paese libero” allo status di “paese parzialmente libero” nel “Rapporto sulla libertà nel mondo” redatto dall’organizzazione citata precedentemente.

Nel rapporto 2005 (disponibile qui) l’Italia è al 77esimo, ultima tra le nazioni dell’Europa Occidentale, preceduta da nazioni come Ghana e Papua Nuova Guinea e considerata a livello di libertà d’informazione solo “parzialmente libera”.

In quello del 2006 (disponibile qui) l’Italia è addirittura peggiorata, scendendo al 79esimo posto.

In un comunicato si legge che il cambiamento di status è dovuto all’alto livello di concentrazione dei media e ad una crescente pressione politica sui mezzi di informazione riscontrato nel nostro paese. “Questo trend è il risultato di 20 anni di governi che non sono riusciti a fare riforme strutturali che garantissero un giornalismo indipendente e l’accesso all’informazione”.

Qualcuno di voi potrebbe pensare che i dati di Freedom House siano poco affidabili: anch’io ho avuto lo stesso dubbio e ho cercato altro materiale in rete.
Ecco cosa ha prodotto la ricerca:

http://italy.peacelink.org/mediawatch/articles/art_14945.html

Purtroppo, come risulta chiaramente dai dati, non ci sono proprio giustificazioni: il nostro è un paese parzialmente libero.

Lascia un commento

Nome

Email (non verrà pubblicata)

Sito web (opzionale)

Quanto fa 1 + 3 ? (protezione antispam)




Seguici anche su Facebook

Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dai Social Network.
Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

Hai bisogno di un sito web?

Web&Dintorni