Archivio tag per 'salvataggio'

Dic
17

Come fare il backup degli sms dell’iPhone direttamente dal web

iPhoneAvendone avuto personalmente la necessità, ho deciso di scrivere un post su come fare il backup su file (PDF, Excel XLS o HTML) dei messaggi contenuti nell’iPhone (3G o 3GS) direttamente dal web, senza utilizzare alcun programma di terze parti.

Basta seguire queste semplicissime istruzioni:

  1. sincronizzate il vostro iPhone con iTunes sul vostro computer (indifferentemente PC o Mac);
  2. cercate e salvate sul desktop (con un semplice copia/incolla) il file contentente gli SMS chiamato 3d0d7e5fb2ce288813306e4d4636395e047a3d28 la cui estensione è .mdbackup o .mddata che potete trovare nei seguenti percorsi:
    • Windows: %APPDATA%\Apple Computer\MobileSync\Backup\[ID-ALFANUMERICO]\
      • dove %APPDATA% si trova in:
        • Windows XP o precedenti: C:\Documents and Settings\[NOME UTENTE]\Dati Applicazioni\
        • Windows Vista / 7: C:\Users\[NOME UTENTE]\AppData\Roaming
    • Mac: [NOME UTENTE]>Libreria>Application Support>MobileSync>Backup>[ID-ALFANUMERICO]
  3. collegatevi al sito http://www.iphone-sms.com/it/;
  4. fate l’upload del file sul sito precedentemente indicato;
  5. scegliete il formato d’esportazione dei vostro messaggi SMS (PDF, HTML o file Excel);
  6. premete Invia;
  7. scaricate il file contenente i vostri SMS in un formato umanamente comprensibile!
Ago
12

Come salvare uno streaming audio/video in formato RealPlayer sull’hard disk

Questa sera mi sono arrovellato cercando un software per Mac o per *unix che fosse in grado di registrare sull’hard disk un video in formato RealPlayer. Dopo una accurata ricerca, ho trovato la soluzione che è realizzabile tramite un programma molto conosciuto in ambito *unix (ma anche su Windows e Mac): MPlayer.

Prima di utilizzare questo software, però, c’è un requisito fondamentale da soddisfare per poter effettuare il salvataggio: conoscere l’indirizzo dello streaming audio/video.

Le possibilità per ottenerlo sono diverse, io ve ne propongo due:

  1. se vi è un link che fa eseguire la riproduzione dello streaming, ci si può clickare sopra con il tasto destro e poi selezionare la voce Copia collegamento e, se siete fortunati, avete già trovato quello che cercavate. Attenzione, però, l’estensione del file risultante dall’indirizzo, molto probabilmente, non sarà .rm (ovvero l’estensione per i file real video) o .ra (ovvero l’estensione per i file real audio) come vi aspettavate, ma .ram: si tratta di un metafile, cioè un file di testo, che contiene quell’indirizzo di cui parlavamo poco fa. Per scovarlo, dovete analizzare il file .ram, aprendolo con un qualsiasi editor di testo e cercando il riferimento ad un file .rm o .ra. Non appena lo avete trovato, copiatevi l’indirizzo completo.
  2. se non avete capito un caxxo su come applicare questa prima soluzione, ce n’è una seconda: sulla pagina web dove si trova lo streaming audio/video, fate click con il tasto destro e selezionate la voce Visualizza sorgente pagina (Show page source), vi apparirà qualcosa di molto criptico (almeno agli occhi dei meno esperti in materia), nel quale dovrete cercare l’indirizzo che, come detto, avrà estensione .ram o .rm o .ra (nel caso in cui sia .ram, cercate di estrapolarlo analizzando il file come indicato alla fine del punto 1).

Bene, ora siete finalmente pronti per salvare lo streaming sul vostro hard disk, utilizzando mplayer e, precisamente, digitando il comando:

[quickcode:noclick]mplayer -noframedrop -dumpfile out.rm -dumpstream rtsp://url_trovato.rm[/quickcode]

dove, out.rm, sarà il file risultante (che potrete aprire con lo stesso mplayer o con RealPlayer).

P.S. ovviamente, affinchè il salvataggio vada a buon fine, dovrete attendere tanto quanto la durata dello streaming audio/video.




Seguici anche su Facebook

Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dai Social Network.
Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

Hai bisogno di un sito web?

Web&Dintorni