Archivio tag per 'personali'

Gen
17

Prestiti personali con cessione del quinto dello stipendio

Cessione del quinto dello stipendioDato che ultimamente mi sono interessato all’argomento, ho pensato di pubblicare un post informativo sul blog, spendo che possa essere utile a qualcuno. La cessione del quinto dello stipendio è una particolare tipologia di prestito personale, molto simile al prestito inpdap, il cui rimborso avviene la cessione di quote dello stipendio o salario fino al quinto dell’ammontare dell’emolumento valutato al netto di ritenute. Esso viene disciplinato dal D.P.R. 5 gennaio 1950, n. 180, in materia di «sequestro, pignoramento e cessione degli stipendi salari e pensioni» e relativo regolamento attuativo D.P.R. 28 luglio 1950, n. 895.

Qual è la differenza tra im prestito classico e il prestito cessione del quinto ?

A differenza di un prestito classico, in cui la rata viene pagata dal debitore alla banca o alla finanziaria secondo le modalità concordate (es. bonifico,bollettino postale, addebito sul conto corrente), nella cessione del quinto, la rata viene detratta direttamente dal salario o dalla pensione. Quindi è l’azienda per la quale si lavora o l’INPS/INPDAP (nel caso di una cessione del quinto della pensione) a pagare la rata direttamente alla finanziaria o alla banca.

Chi può richiederla ?

La cessazione del quinto può essere chiesta dai dipendenti pubblici statali, i dipendenti di aziende private (S.a.s, S.r.l., S.n.c., S.p.a., etc.) che abbiano comunque un contratto di lavoro a tempo indeterminato, inoltre i pensionati INPS e INPDAP.

Le caratteristiche principali

Il nome cessione del quinto di stipendio, come detto in precedenza, deriva dal fatto che l’importo massimo della rata di rimborso del prestito non può superare il valore di 1/5 (cioè il 20%) dello stipendio mensile netto continuativo. La durata massima consentita è di 120 mesi e la minima abitualmente non e’ inferiore ai 24 mesi. Il termine massimo della durata non può eccedere il termine del rapporto di lavoro e il pensionamento, tranne che nei dipendenti ministeriali, i quali possono decidere se estinguere il debito o traslarlo sulla pensione. Inoltre, è possibile l’accesso alla cessione del quinto dello stipendio anche da parte dei pensionati ed in questo caso la scadenza non può eccedere il 90esimo anno di età.




Seguici anche su Facebook

Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dai Social Network.
Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

Hai bisogno di un sito web?

Web&Dintorni