Archivio per settembre, 2007 pagina 2 di 3



Set
18

Ecco a voi il mio nuovo telefonino: Nokia N80 Internet Edition

Nokia N80E’ da parecchio che lo tenevo d’occhio e, complice un’offerta molto allettante, ho ceduto alla tentazione di acquistarlo. Ho aspettato volontariamente qualche giorno prima di “recensionarlo”, per valutare con mano l’effettiva qualità del prodotto e fornirvi un punto di vista quanto mai oggettivo su di esso. Comunque, devo dire, che il telefonino lo smartphone rispetta in pieno le previsioni: è davvero fantastico!

Ecco i suoi principali punti di forza:

  • sistema operativo Symbian S60 terza edizione (9.1)
  • display TFT da 262 mila colori e 352 x 416 pixel
  • fotocamera principale da 3 Megapixel + fotocamera secondaria (utilizzata per le videochiamate) da 0.3 Megapixel
  • lettore musicale che supporta i formati AAC, Mp3 e WMA
  • 40 mega di memoria interna + slot MiniSd per espandere la memoria fino a 2Gb (è compresa nel prezzo una memoria da 256 mega)
  • quantità impressionate di software (soprattutto di terze parti) installabile
  • Wi-Fi 802.11 b/g
  • UTMS
  • durata della batteria buona
  • dimensioni e penso piuttosto contenuti rispetto “alla tecnologia contenuta”
  • e, non ultimo, gradevole dal punto di vista estetico (al contrario della stragrande maggioranza dei telefonini Nokia con sistema operativo Symbian).

Unica piccola pecca la ricezione Wi-Fi, a mio modesto parere, un po’ scarsa.

In definitiva, il Nokia N80 è sicuramente uno dei migliori smartphone in circolazione e, se siete “amanti del genere”, non posso che consigliarvene l’acquisto.

Set
16

Sulle ali dell’arcobaleno

Da Wikipedia:

L’arcobaleno è un fenomeno ottico e meteorologico che produce uno spettro (quasi) continuo di luce nel cielo quando il sole si riflette sulle gocce rimaste in sospensione dopo un temporale, o presso una cascata o una fontana. Visivamente è un arco multicolore, rosso sull’esterno e viola sulla parte interna; la sequenza completa è rosso, arancione, giallo, verde, azzurro, indaco e violetto. Esso è la conseguenza della dispersione e dalla rifrazione della luce solare contro le pareti delle gocce stesse.

Abbiamo assistito a questo splendido fenomeno giusto qualche ora fa, nei pressi di Teramo; a dimostrazione di questo, ecco qualche foto scattata con il mio nuovissimo Nokia N80:

Arcobaleno1 Arcobaleno2 Arcobaleno3

Arcobaleno4 Arcobaleno5

Set
16

Links della settimana (8)

Anche questa è una settimana davvero ricchissima di links interessanti; e ce ne sono davvero per tutti i gusti (!):

Set
12

Firefox a quota 400 milioni di download

FirefoxIl browser open source della Mozilla Foundation è stato scaricato 400 milioni di volte ed è al momento utilizzato dal 14,54% degli utenti di internet (nel 2005, non raggiungeva neanche il 9%). Un risultato straordinario per il giovane browser, nato nel 2004, che continua a guadagnare consensi e a minacciare il dominio di Internet Explorer che detiene il 78,67% del mercato: secondo il dati diffusi da XiTi Monitor, Firefox avrebbe in pugno il 28% del mercato europeo, mentre l’anno scorso si era fermato al 21%.

Nello specifico la quota di utilizzo di Firefox nel vecchio continente ha raggiunto il 27.8% durante la settimana iniziata il 2 Luglio 2007, contro il 24.1% rilevato a Marzo 2007 ed il 21.1% di Luglio 2006. L’Italia è in media con i dati mondiali, il dato si attesta, infatti, intorno al 14%.

Gli autori di Firefox restano ottimisti e ripongono molte speranze nella prossima versione 3 del programma (nome in codice “Gran Paradiso”) che dovrebbe introdure parecchie novità e le cui prime beta dovrebbero essere rilasciate entro la fine dell’anno.

Non avete mai utilizzato Firefox? Bhè questo è il momento giusto per provarlo: scaricatelo subito clickando qui!

Fonti: Repubblica e Punto Informatico

Set
10

Links della settimana (7)

Questa è una settimana davvero ricchissima di links interessanti; e ce ne sono davvero per tutti i gusti (!):

Set
09

Rilasciato WordPress 2.2.3

WordpressE’ da qualche ora disponibile per il download la versione 2.2.3 di WordPress (lo strumento grazie al quale funziona questo blog): non ci sono grandi novità nel codice, ma sono stati corretti diversi bachi di sicurezza (due dei quali ad alta priorità).

Per scaricare WordPress 2.2.3 clickate qui, per sapere come aggiornare dalle versioni precedenti clickate qui.

P.S. prima di procedere con l’aggiornamento, è consigliabile fare un backup dei file e del database.

Set
08

V-day: grande successo per l’iniziativa lanciata da Beppe Grillo

V-daySi è rivelata un grande successo (probabilmente anche maggiore delle aspettative) l’iniziativa lanciata da Beppe Grillo il 26 giugno a Bruxelles davanti al Parlamento europeo (e organizzata interamente sul web), che si è concretizzata oggi, 8 settembre, in 179 piazze italiane e, pare, almeno 30 città straniere tra cui: Barcellona, Calgary, Chicago, Madrid, New York e San Francisco.

In sintesi, lo scopo del V-day (ovvero Vaffanculo-day), è quello di avere un paese più pulito: per far ciò sono state raccolte circa 300 mila firme di cittadini che chiedono una legge che faccia uscire dal Parlamento i 25 deputati condannati in via definitiva e, più in generale, che impedisca l’ingresso in Parlamento a chi è stato condannato e a chi è in attesa della Cassazione. Altri punti cardine sono: escludere dal Parlamento chi sia stato eletto già due volte (con effetto retroattivo) e ridare la libertà ai cittadini di votare il loro candidato.

Il cuore del V-day è stato Bologna dove, fin dalle tre e mezzo del pomeriggio, nonostante il sole e il caldo, migliaia di persone hanno preso posto nella grande piazza Maggiore. E, secondo la stima ufficiale della questura, saranno cinquantamila a fine giornata.

Alla fine Grillo ha parlato di evento straordinario e, alla domanda “sta organizzando un suo partito, una sua lista?” (balenata dalla mente del ministro Giulio Santagata) ha risposto: “non hanno capito niente. I partiti sono incrostazioni della democrazia. Bisogna dare spazio ai cittadini. Alle liste civiche. Ai movimenti. Viviamo in partitocrazia, non in democrazia“.

Fonte foto: BeppeGrillo.it

Set
06

Apple presenta i nuovi (e rivoluzionari) iPod

Chi si aspettava grandi novità dal Keynote di Londra di ieri, non sarà rimasto sicuramente deluso:

  • la novità più ghiotta presentata da Steve Jobs è data dall’attesissimo ibrido fra iPod e iPhone: l’iPod Touch. Fornito di un display touch-screen da 3,5 pollici e dell’interfaccia multi-touch, ha uno spessore di soli 8 millimetri ed integra un’antenna WiFi 802.11b/g che gli permette di connettersi ad una WLAN e di navigare su Internet attraverso una versione embedded di Safari. L’autonomia dichiarata è di 22 ore in riproduzione audio e 5 ore in quella video. Due i tagli: 8 GB (299 €) e 16 GB (399 €).
  • Poi c’è il nuovo iPod Nano: piccolo, sottile e con lo schermo è più grande rispetto alla versione precedente. Il materiale usato è il metallo e permette di riprodurre anche i video in risoluzione di 320 x 240 pixel. La batteria permette un’autonomia di 24 ore per la riproduzione audio e 5 ore per quella video. Due i tagli disponibili: 4 GB (149 €) e 8 GB (199 €).
  • Dulcis in fundo c’è l’iPod Video che è stato ribattezzato iPod Classic ora più sottile e con copertura in metallo. L’autonomia è di 30 ore in riproduzione audio e 6 ore in quella video per il modello da 80 GB e 40 ore di riproduzione audio e 7 di video per quello da 160 GB. Due i tagli disponibili: 80 GB (249 €) e 160 GB (349 €).
  • Una ultimissima novità è rappresentata dai nuovi colori per l’iPod Shuffle ovvero: il grigio, l’azzurro, il verde, il viola e il rosso della linea (PRODUCT) RED (tutte le caratteristiche tecniche ed il prezzo, invece, sono rimasti identici alle versione precedente).

Nuova famiglia iPod

Link per approfondimenti: Melamorsicata

Fonte foto: Melamorsicata

Set
04

Cassazione: vietato vendere modifiche per la Playstation?

All’entusiasmo con cui era stata accolta in rete la sentenza d’appello seguiranno ora sentimenti ben diversi: la Corte di Cassazione ha stabilito che vendere mod chip per Playstation è illegale (sentenza n. 33768), dando così ragione alle tesi di Sony.

La Suprema Corte si è espressa in merito al più noto caso in materia, quello che ha coinvolto la ditta “HS Distribuzione di Salorno (Bolzano)” gestita da Dalvit Oscar: era stato assolto dal Tribunale di Bolzano in appello perché la commercializzazione dei cosiddetti mod chip necessari a modificare le prestazioni della Playstation 2 non rappresentava a detta dei magistrati alcuna violazione del diritto d’autore. L’assoluzione era avvenuta con formula piena (“il fatto non sussiste”). In primo grado era invece stato condannato a sei mesi di carcere e a 6mila euro di multa.

Ed è la visione del tribunale di primo grado ad aver pesato anche nella decisione della Cassazione. Il Tribunale di Bolzano aveva infatti stabilito che i fatti ascritti a Oscar, risalenti al 2002, erano avvenuti prima che nel 2003 venissero inseriti i nuovi supporti informatici nelle normative antipirateria: in pratica il Tribunale sosteneva che mancava una indicazione sufficientemente specifica di questo genere di supporto (Playstation e mod chip) per poter considerare i fatti come un reato. Secondo la Cassazione non è così.

I giudici della Terza Sezione Penale hanno annullato la sentenza di appello spiegando che il reato sussiste comunque ai sensi dell’articolo 171ter della legge sul diritto d’autore. L’idea di fondo è che anche se le tecnologie cambiano, e cambia la fruizione dei supporti nonché il modo in cui vengono commercializzati, quello che non cambia è la protezione del diritto d’autore che secondo la Cassazione in questo caso si esplica nella protezione dell’integrità funzionale della Playstation. […]

La società, in realtà, vendeva i “mod chip”, ma con l’avvertenza agli utenti sui limiti del loro utilizzo: vale a dire convertire la consolle di giochi in un vero e proprio personal computer o, in alternativa, utilizzare giochi lanciati dalla stessa Sony in altre aree del globo (in primis Asia e Nord America), ma non ancora in Europa. Il contratto di vendita sollevava, invece, l’operatore bolzanino da qualsiasi utilizzo improprio e illegale da parte degli utenti.

Scusate, ma a me questa sembra una vera assurdità: tanto per fare un esempio stupido, secondo l’interpretazione della Corte di Cassazione, sarebbe illegale anche utilizzare anzi, peggio ancora, distribuire un firmware modificato per la Fonera.

Ma.. siamo sicuri di vivere in una paese veramente libero?!

Fonte: Punto Informatico

UPDATE DEL 05/09/2007 ore 01.35

L’articolo citato precedentemente non rispecchia la verità dei fatti al 100%, infatti, in serata, Punto Informatico ha rettificato (e così anch’io, che mi ero basato sul loro articolo):

[…] “Non finisce qui – spiega Dalvit a Punto Informatico – perché la sentenza della Cassazione non fa altro che riportare in tribunale l’intera questione”. Come a dire che la battaglia vera si svolgerà più avanti, quando torneranno in aula i due diversi procedimenti, accorpati in Cassazione ma separati perché relativi a fatti accaduti prima e dopo una modifica alla normativa sul diritto d’autore. Se vendere mod chip sia legale o meno, dunque, deve ancora essere stabilito in via definitiva, sottolinea Dalvit. “Pochi si sono resi conto – continua – che qui stiamo parlando di DRM, e del fatto che in questo processo non si dibatte di pirateria ma della legittimità che una multinazionale possa avere di controllare o impedire l’accesso ad un hardware da parte dell’utente finale“. […]

Fonte: Punto Informatico




Seguici anche su Facebook

Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dai Social Network.
Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

Hai bisogno di un sito web?

Web&Dintorni