Archivio per aprile, 2007 pagina 2 di 2



Apr
11

Nuovo firmware per La Fonera: 0.7.1r3 is out!

Pur arrivando con un po’ di ritardo, vi comunico che lo scorso 2 aprile è stata rilasciata una nuova versione del firmware della Fonera e precisamente la 0.7.1r3.

Vediamo le novità introdotte da questa versione:

  • nuovi caratteri accettati dall’interfaccia web per la gestione del protocollo PPPoE
  • una migliore selezione dei server per l’aggiornamento di data ed ora
  • corretto l’errore (che molti mi hanno segnalato) sulla limitazione dell’upload
  • miglioramento della traduzione per le lingue asiatiche
  • corretti alcuni bachi nell’interfaccia web per il Port forwarding

UPDATE DELLE 23.15 DEL 11/04/2007

Per chi ha il firmware originale Fon, l’aggiornamento è automatico.

Chi, invece, ha un firmware “modificato” (perchè, ad esempio, ha aperto la porta SSH e/o ha installato la mia patch), può eseguire l’aggiornamento in maniera rapida ed indolore scaricando questo file e selezionandolo nella finestra Aggiornamento Firmware (presente nel menù Avanzato) dell’interfaccia web della Fonera.

In alternativa è possibile effettuare l’aggiornamento scaricando questo pacchetto (potete anche scaricarlo per vedere, in dettaglio, i singoli file aggiornati) e scompattandolo all’interno della Fonera. Ecco i comandi necessari per effettuare tali operazioni:

# cd /
# wget http://www.paologatti.it/wp-content/uploads/upgrade_0713.tgz
# tar xzvf upgrade_0713.tgz

Ah, dimenticavo: ho appena appreso dal blog italiano di Fon che, da oggi, pur non essendo Fonero (Alien) e trovando un HotSpot FON, è possibile accedere a Google, Skype e Excite Japan gratuitamente, in quanto siti di loro investitori. Inoltre, pagando 3 euro è possibile accedere alla rete per 24 ore e 2 euro per ogni giorno aggiuntivo.

In più, stanno valutando la possibilità di dare accesso gratuito per 30 minuti a chi accetta di visionare uno spot pubblicitario. Ovviamente, chi già condivide una parte della sua banda (Linus), potrà continuare navigare gratuitamente senza alcuna pubblicità.

Apr
08

Buona Pasqua!

Signore e signori.. BUONA PASQUA!

Divertitevi, mangiate (tanto), bevete (poco), e come dice il detto, passatela con chi volete!

Vi rinnovo gli auguri con questa bella filastrocca:

Nei miei sogni ho immaginato
un grande uovo colorato.
Per chi era? Per la gente
dall’Oriente all’Occidente:
pieno, pieno di sorprese
destinate ad ogni paese.
C’era dentro la saggezza
e poi tanta tenerezza,
l’altruismo, la bontà,
gioia in grande quantità.
Tanta pace, tanto amore
da riempire ogni cuore.

Fonte: Filastrocche.it

Apr
07

Raccontami una storia

In occasione della 2^ edizione di PiùBLOG alla 6^ Fiera della piccola e media editoria “Più Libri più liberi” che si svolgerà dal 6 al 9 Dicembre 2007, sarà presentato un volume dedicato ai bambini dal titolo “Raccontami una storia“.

Il libro sarà composto dalle storie che i blogger regaleranno all’iniziativa (contribuendo alla ricerca per le cure di questa terribile malattia che colpisce l’infanzia) e dai disegni prescelti dal sito di Comicomix.

Il ricavato delle vendite presso lo stand di Sinnos Editrice, sarà devoluto all’Associazione Italiana per la lotta al Neuroblastoma, che continuerà a vendere il libro anche negli altri eventi annuali organizzati dalla stessa. Inoltre il libro sarà venduto tramite web ed altri eventi da stabilire, mantenendo il medesimo impegno con la Fondazione.

Per ulteriori informazioni, clickate sul banner sottostante:

Raccontami una storia

Apr
06

Joost: la tv p2p creata dai fondatori di Skype e Kazaa

I creatori di Skype e Kazaa Niklas Zennström e Janus Friis, ci riprovano con un altro “rivoluzionario” programma, chiamato Joost (precedentemente conosciuto come “The Venice Project”).

Ma perchè Joost è considerato rivoluzionario?! Perchè, fino ad oggi, i contenuti audio/video tramite internet venivano distribuiti in streaming (che necessita di server potenti e costosi), mentre Joost funziona tramite la piattaforma peer to peer (p2p).

Ma cos’è il p2p? Il p2p è realizzato attraverso un’architettura distribuita che presuppone la condivisione dei dati da parte di tutti gli utenti del servizio, evitando così la necessità di server dedicati (come avviene per i programmi di file sharing).

Attualmente Joost è utilizzabile solo dai Beta Tester: io, essendo stato invitato dal gentilissimo Pugia, sono riuscito a provare il programma in anteprima e vi riporto le mie impressioni: anzitutto Joost (alla versione di sviluppo 0.9.1) è disponibile solo per Windows Xp Service Pack 2 e per i Mac basati su architettura Intel (chi un Mac PPC, come me, purtroppo non può utilizzarlo).

L’interfaccia grafica é molto gradevole e curata (qui trovate alcuni screenshots) e i “canali” disponibili, al momento, sono circa una 30ina (tra cui: National Geographic, documentari, sport, cartoni, video musicali, etc.): dove per canale, bada bene, si intende dei video pre-registrati e non di trasmissioni “in diretta” (come avviene nella tv di casa, per intenderci) che dovrebbero, però, essere supportate in future evoluzioni del progetto.

In termini di banda, Joost è abbastanza esigente (quindi, chi ha la connessione a consumo, è tagliato fuori): circa 5Mb in download al minuto e tra tra i 50 e 100Mb all’ora per quanto riguarda l’upload.

Concludendo, pur essendo ancora ad uno stato abbastanza embrionale, Joost credo che sia un progetto da tenere d’occhio (viste le sue potenzialità e visto che è sviluppato dai fondatori di Skype e Kazaa che hanno ampiamente dimostrato, sul campo, le loro capacità!) e soprattutto da provare.

Ovviamente ora molti di voi staranno blaterando tra sè e sè: “ma se hai detto che è ad invito, come lo proviamo?!”. E io vi rispondo: “Io allora cosa ci sono a fare?!” :-)

L’altro giorno, il team di sviluppo di Joost, nel segnalarmi la nuova versione del programma, mi ha regalato alcuni inviti per provare il programma da inviare a chi voglio . Io ne metto a disposizione 3, tutti per voi! Per averli, non dovete fare altro che inserire un commento a questo post con i seguenti dati:

  • nome
  • cognome
  • indirizzo email (valido, l’invito lo invierò lì)
  • e, tanto per rendere la cosa più interessante e per aggevolare i fedelissimi del blog, dovete inserire anche il mio segno zodiacale (indizio: il mio compleanno non è stato molto tempo fa..)

I primi 3 che inseriranno correttamente tutti i dati richiesti riceveranno, nella loro casella email, un invito per provare subito Joost!

Buon divertimento! :-)

Apr
04

Work in progress..

In queste ore sto aggiornando WordPress (ovvero “il motore” grazie al quale funziona questo blog) all’ultima versione (2.0.10) e mi sta balenando per la mente anche l’idea (malsana) di aggiornare alla versione 2.1.3.

Come se ciò non bastasse, sto aggiornando anche Gallery (ovvero “il motore” della galleria fotografica) alla versione 2.2.1.

Se non doveste veder più il sito online, sapete il motivo :-)

UPDATE DELLE 3.15 DEL 05/04/2007

L’aggiornamento di WordPress è andato liscio, non ho avuto il coraggio di installare la 2.1.3, ma non è escluso che lo faccia nei prossimi giorni pur avendo aggiornato dalla versione 2.0.10 all’ultimissima versione 2.1.3.

L’aggiornamento di Gallery, invece, è stato più faticoso del previsto, ma dopo 2 ore di lavoro (dovute anche a piccole modifiche nel codice effettuate da me) è di nuovo tutto ok!

UPDATE DELLE 1.05 DEL 06/04/2007

A proposito di “Work in progress..”, ho appena terminato di scrivere un post (che apparirà magicamente domattina alle 12 esatte) che parlerà di Joost (la tv p2p di cui tanto si parla in questo periodo) e che permetterà, a 3 di voi, di aggiudicarsi l’invito per provare questo fantastico ed innovativo programma!

Stay tuned :-)

Apr
01

Nascono due nuovi servizi di Google: Checkout e TiSP

Grandi novità dal mondo della grande G:

Google Checkout (che dovrebbe essere un’alternativa bella e buona a PayPal) promette di essere un sistema di pagamento sicuro per i propri acquisti online le cui caratteristiche principali dovrebbero essere sostanzialmente tre:

  1. con un solo account Checkout è possibile acquistare in tutti i negozi online affiliati
  2. una maggiore sicurezza delle transazioni, quindi i pagamenti non autorizzati saranno praticamente impossibili
  3. semplicità di utilizzo

Fare un’acquisto usando Checkout come sistema di pagamento comporterà per i negozianti un addebito di 20 centesimi per transazione più il 2,2% del prezzo dell’acquisto.

Google TiSP è il nuovo servizio gratuito(ancora in beta) di banda larga casalinga senza fili. Iscrivendosi al servizio (purtroppo, per ora, è possibile solo in USA e Canada), si riceverà un pacchettino contenente un router wireless, cavo in fibra ottica, cd di installazione, guida e, addirittura, anche un paio di guanti

L’idea alla base è tanto semplice quanto geniale: basta srotolare il cavo in fibra ottica, infilarlo nel water e, in pochi secondi, avverà la connessione ad un nodo TiSP posto in uno degli innumerevoli punti della fogna pubblica in cui Google ha preventivamente installato la propria rete a fibra ottica. Poi basterà collegare l’altra estremità del cavo al router, utilizzare il cd di installazione e, nel giro di un’oretta sarà possibile collegarsi a internet via wireless ad una velocità ragguardevole.

Se volete saperne di più clickate qui e/o leggete le FAQ!

UPDATE DEL 02/04/2007

Avete notato la data dell’articolo? Essì.. proprio il 1° aprile! Gran bello scherzo quello di Google, non trovate?! :-)

Ah, Google Checkout, invece, non è uno scherzo :-)

Apr
01

Il falso mito del binomio Coca Cola e Aspirina

E’ una credenza molto diffusa che bere un bicchiere di Coca Cola, nel quale sia stata sciolta un’Aspirina, abbia effetti molto simili a quelli delle droghe pesanti, se non addirittura proprietà afrodisiache.

Ammetto la mia ignoranza, ma io solo oggi ho saputo che è solo una leggenda metropolitana!

Infatti, come dice la Bayer (ovvero l’azienda che produce l’Aspirina) qui, l’abbinamento è innocuo e in determinate circostanze può anche rivelarsi benefico: “La Coca Cola, contenendo caffeina, non interferisce con il meccanismo d’azione del farmaco ma ne aumenta le proprietà analgesiche“.




Seguici anche su Facebook

Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dai Social Network.
Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

Hai bisogno di un sito web?

Web&Dintorni