Set
23

Il programma della settimana: OpenOffice.org

Questa settimana parlerò di una suite di programmi per ufficio opensource che non ha niente da invidiare alla più famosa (o meglio famigerate) suite commerciale di casa Microsoft.OpenOffice.org (il suffisso .org è stato inserito a causa di una disputa sul Marchio è una suite di software libero e può essere classificato come software di produttività personale. È basato sul codice della versione 5.2 di StarOffice, che dopo l’acquisizione da parte di Sun Microsystems è stato rilasciato con licenza libera. L’abbreviazione “ufficiale” è OOo.

Il progetto ha come obiettivi quelli di fornire a tutti gli utenti un ottimo prodotto libero che possa competere con i prodotti commerciali attualmente dominanti in questo settore. Ha la caratteristica di essere compatibile con i formati di file di Microsoft Office, ma dispone anche di formati nativi basati su XML che, grazie all’utilizzo di un algoritmo di compressione (si tratta dell’LZW, lo stesso dei file “ZIP”), hanno dimensioni notevolmente ridotte rispetto alla concorrenza.

Sono supportate ufficialmente versioni per GNU/Linux, Microsoft Windows, Solaris e Mac OS X (la versione attuale su Mac OS richiede l’uso di X11), ma è possibile installarlo anche su altri sistemi operativi.

È disponibile in 44 versioni linguistiche ufficiali, a cui si aggiungono progetti di localizzazione “regionali” come la traduzione in lingua zulu sponsorizzata dal governo sudafricano.

L’ultima versione rilasciata è la 2.0.3 (pubblicata il 30 giugno 2006) che include:

  • Writer ((word processor e editor HTML WYSIWYG)
  • Calc (foglio di calcolo)
  • Draw (programma di grafica vettoriale)
  • Impress (programma per creare presentazioni)
  • Math (editor di formule matematiche)
  • Base (database)
  • Registrazione di Macro
  • Esportazione ed importazione nei formati PDF, Macromedia Flash, DocBook XML, Microsoft Office, SVG.

Nelle versioni precedenti è possibile configurare OpenOffice.org per collegarsi con database come postgreSQL, mySQL, … avendo in questo modo a disposizione le prestazioni e le potenzialità di un vero database.

Dalla versione 2.0 c’è a disposizione una gestione diretta di una base di dati e un’interfaccia utente più versatile simile a quella utilizzata da Microsoft Office.

OpenOffice.org è tranquillamente scaricabile dal sito ufficiale raggiungibile clickando qui.


  1. Nessun commento

Lascia un commento

Nome

Email (non verrà pubblicata)

Sito web (opzionale)

Quanto fa 1 + 5 ? (protezione antispam)




Seguici anche su Facebook

Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dai Social Network.
Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

Hai bisogno di un sito web?

Web&Dintorni